Mimì Cocò e Bubù

Le avventure … 12° puntata

Lo squillo del cellulare interrompe il discorso.

Romualdo risponde prontamente:

< Si pronto!>

una breve pausa prima di aggiungere

< Si arrivo, tra dieci minuti sono lì >

poi rivolgendosi al Pusilli

< Finisci tu qui, perché io devo andare!>

e , con ancora l’orecchio attaccato all’ apparecchio telefonico si alza e con passo claudicante, calzando una sola ciabatta, esce dalla porta e si avvia senza salutare.

Gli sguardi delle ragazze sono tutti puntati su GianBartolomeo, rimasto con la bocca semiaperta e il labbro inferiore in sporgenza mentre fissa attonito l’uscio.

Il silenzio diventa intollerabile e Milena prende coraggio e si accinge a chiedere:

< Quindi Sig. Pusilli, cosa dobbiamo fare esattamente?>

L’uomo si volta di scatto con il volto paonazzo e terrorizzato inizia a balbettare:

< Ehh, mhh . E’ meglio che vada a recuperare il mio cellulare in macchina. Voi intanto organizzatevi tra di voi!>

e con rapidità sorprendente si alza e abbandona le tre commesse nel negozio.

Bruna sbotta esasperata

< Ma, vi pare il modo? E ora cosa facciamo? Io non so nemmeno quali siano i libri che potrebbero interessare al cliente di domani, non mi sono nemmeno orientata!>

Colette ribatte

< Nell’ attesa proporrei di controllare le E-Mail e dare un’occhiata, vediamo se si riesce a sistemare le cose con un minimo di ordine e capire come accogliere questo signore.>

Milena si avvicina al PC per controllare, ma, perplessa realizza di non poter accedere

< Ragazze abbiamo un problemino > asserisce < Nessuno dei due ci ha comunicato la Password!>

Colette sbuffa esasperata

< Ok , iniziamo a guardare gli scaffali , proporrei di suddividere i tomi per genere letterario , ordinati per autore in ordine alfabetico >

Bruna aggiunge

< Io libero l’angolino vicino alla vetrina. Se spostiamo il tavolo, le sedie imbottite e le poltroncine possiamo fare una zona relax, dove accogliere i clienti importanti o dove godersi un attimo di pausa.>

Milena, infine propone < Vado nel retro a vedere se trovo uno straccio e un prodotto per togliere la polvere. Non so chi pulisca qui, ma non mi pare che svolga il suo dovere al meglio.>

Ma prima che possa raggiungere la meta il telefono inizia a squillare, la mora risponde prontamente:

< P&P Library Buongiorno. Sono Milena, posso esserle utile?> , Cocò e Bubù la osservano stranite mentre allontana la cornetta dal padiglione auricolare mentre una voce femminile ,acuta e stridula, è chiaramente udibile all’ altro capo del cavo.

< Signorina, sono Megera Nevrosi, le dice qualcosa il mio nome? >

Mimì rimane immobile ed in silenzio per una frazione di secondo, mentre avverte distintamente il fastidioso rumore di denti che sbattono in modo convulso su una gomma da masticare, poi riprende il controllo della situazione ed educatamente risponde:

< Mi scusi ma sono appena arrivata e non ho mai sentito il suo nome.>

< Ma, non avete ancora letto le E-Mail? > risponde stizzita l’interlocutrice

< Eh.. veramente no. Provvederemo quanto prima. Potrebbe anticiparmi qualcosa al telefono? >

Ma invece di una risposta si ode solo un urlo < CARLA! CARLA! > e dopo una breve pausa

< Era per il vostro contratto. Facciamo così, la faccio richiamare dalla mia segretaria, la signorina Carla Schiavetti, il prima possibile > e chiude la comunicazione.

NB:

Questo racconto è un’opera di fantasia.
Personaggi , eventi e luoghi citati sono invenzioni dell’autore e hanno lo scopo di conferire veridicità alla narrazione.
Qualsiasi analogia con fatti, luoghi e persone,è assolutamente casuale

Puntata precedente

Puntata successiva

Total Page Visits: 923 - Today Page Visits: 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *