20 Ottobre 2019 – Arthur Rimbaud

20 Ottobre Rimbaud poeta

A 165 anni dalla nascita ricordiamo oggi Rimbaud poeta

Ricordate “Sensazione” ?

 

Si tratta di una poesia da noi proposta qualche mese fa. Per ricordare il giovane artista ricorrerò alle sue parole.

 

“L’essere più straordinario che abbia mai solcato la terra”

 

„È stata ritrovata!

‘Cosa?…’

‘L`Eternità.’

‘… È il mare unito al sole…’.“

Origine: https://le-citazioni.it/autori/arthur-rimbaud/

 

Oggi per parlarvi del suo autore,  Arthur Rimbaud poeta francese, anima tormentata , giovane ribelle ho scelto questa citazione in onore del mare e credo che il poeta sia stato in grado, in poche parole, di esprimere il senso di libertà e spazio che le grandi distese d’acqua salata sanno donare.

 

La frase in oggetto è parte di un poema ben più lungo intitolato appunto “L’eternità”

 

L’eternità 

È ritrovata.
Che cosa? L’Eternità.
È il mare unito al  sole.

Anima sentinella,
mormoriamo la confessione
della notte così nulla
e del giorno infuocato.

Dagli umani suffragi,
dagli slanci comuni
là ti liberi
e voli dove vuoi.

Poiché soltanto da voi,
o braci di raso,
il dovere si esala
senza che si dica: finalmente.

Là, nessuna speranza,
nessun orietur.
Scienza con pazienza,
il supplizio è sicuro.

È ritrovata.
Che cosa? L’Eternità.
È il mare unito al  sole.

 

 

 

 

Jean Cocteau lo definì:

 

 

 

 

 

 

 “L’essere più straordinario che abbia mai solcato la terra”

 

 

 

 

 

 

Trovo intrigante anche il suo poema dedicato alle lettere, o meglio alle vocali.

 

Vocali

A nera, E bianca, I rossa, U verde, O blu: vocali,
io dirò un giorno le vostre segrete origini:
A nero, corsetto villoso delle mosche lucenti
che ronzano intorno a crudeli fetori,

golfi d’ombra; E, candori di vapori e di tende,
lance di fieri ghiacciai, bianchi re, brividi d’umbelle;
I, porpora, sputo di sangue, riso di belle labbra
nella collera o nelle ebrezze penitenti;

U, cicli, fremiti divini di mari verdi,
pace dei pascoli disseminati di animali, pace delle rughe
che l’alchimia scava nelle ampie fronti studiose;

O, Tromba suprema piena di stridori strani,
silenzi solcati dai Pianeti e dagli Angeli:
– O l’Omega e il raggio violetto dei Suoi Occhi!

Lascia un commento