29 Luglio 2019 Vincent van Gogh

29 Luglio 2019 Vincent van Gogh (1)

Il 29 Luglio 1890 scomparve in tragiche circostanze Vincent Van Gogh

Genio incompreso dall’animo tormentato, Vincent Van Gogh è uno degli artisti più noti al mondo

 

Vincent Van Gogh aveva una personalità complessa, una genialità difficile da contenere ed imbrigliare, unita ad una sensibilità unica che gli aha permesso di raggiungere livelli di eccellenza ma che, allo stesso tempo, è stata fonte di una profonda fragilità interiore.

Vorremmo oggi ricordarlo attraverso le sue stesse parole.

Citazioni di Vincent Van Gogh

Perennemente in lotta con se stesso, autocritico e spesso autolesionista, amava la notte e trovava stimolante riprodurre paesaggi notturni.

 

Spesso ho l’impressione che la notte sia molto più viva e riccamente colorata del giorno

Pare che per illuminare tele e pennello indossasse un grosso cappello di paglia dove inseriva delle candele accese. L’arte prima della sua incolumità .

 

 

“Nell’arte bisogna avere un’idea madre, esprimerla in modo eloquente, conservarla dentro di sé e comunicarla agli altri con forza come l’impronta di una medaglia… L’arte non è una partita di piacere. È una lotta, un ingranaggio che tritura… non sono un filosofo, non voglio sopprimere il dolore, né trovare una formula che renda stoici o indifferenti. Il dolore è, forse, quello che fa esprimere più fortemente gli artisti.”

 

Vincent Van Gogh iniziò a dipingere in età adulta, dopo aver provato numerose attività lavorative con scarso successo, ma fu un artista particolarmente produttivo.

La sua attività di pittore è durata solo dieci anni, dai 27 ai 37 anni, con circa 900 dipinti  e 1100 disegni realizzati prima della sua morte.

 

“Devo prevenirti che tutti troveranno che io lavoro troppo in fretta. Non ci credere affatto. Non è forse l’emozione, la sincerità del sentimento della natura che ci guida? E se queste emozioni sono talvolta così forti che si lavora senza accorgersi che si lavora, quando a volte le pennellate vengono con un seguito e dei rapporti fra loro come le parole in un discorso o in una lettera, bisogna allora ricordarsi che non è sempre stato così e che nell’avvenire ci saranno pure, purtroppo, giorni grevi, senza ispirazione. Bisogna perciò battere il ferro mentre è caldo e mettere da parte le sbarre fucinate.”

 

Per chi volesse comprendere meglio l’artita vi suggeriamo di vedere il film Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità (per la regia di Julian Schnabel)

 

Conoscete alcune delle sue opere?  Che opinione avete sul grande artista ?

 

Lella Dellea

OurFreeTime

239total visits,5visits today

Lascia un commento