“Buon Riposo” di Lella Dellea

Buon Riposo

Una nuova poesia di Lella

Buon Riposo

Nebbiolina densa ed insidiosa avvolge il paesaggio,
si poggia con leggiadria su prati, alberi e strade
non resterà qui per molto, è qui di passaggio
ma lascerà la sua impronta sulle foglie ormai rade.

L’interceder del tempo è lento e misurato,
sembra in letargo, silenzioso e sopito
però nel frattempo un anno è passato
da quella fredda notte in cui sei perito.

La mia mente sa che la morte è normale
che non è da temere, odiare o cercare
fa parte del Mondo e non è il volto del male
ma il vuoto rimane e pensarti non posso evitare

Ci ha lasciati in silenzio prendendo la sua mano,
ti è apparsa come una creatura del volto divino
forse l’attendevi per andare lontano
io ero lì e ti osservavo da vicino

Vedevo il tuo volto, il tuo respiro affannoso
ti ho accarezzato il volto con tenerezza e affetto
e ti ho augurato “buon riposo”
mentre il dolore invadeva il mio petto

 

 

Lascia un commento