Citazione del 6 Maggio 2019 – Sigmund Freud

Sigmund Freud

Oggi vi proponiamo una frase scritta da Sigmund Freud padre della psicoanalisi

Breve Biografia di Sigmund Freud

Sigmund Freud nacque a Freiberg,il 6 Maggio del 1856, si trasferì poi a Vienna in tenera età.
Dopo la laurea in medicina si specializzò in psichiatria e, durante un soggiorno a Parigi fu molto attratto dallo studio di fenomeni isterici curati con l’ipnosi.

A differenza di molti medici del tempo, che sottovalutavano i problemi psicologici in quanto non legati a patologie o lesioni fisiche, il giovane Sigmund Freud si interessò a tutti i comportamenti “patologici” potenzialmente generati da particolari stati psicologici ( tosse nervosa, disturbi alimentari, fobie, nevrosi etc..)

Al suo ritorno a Vienna, divenne il collaboratore del medico Josef Breuer, sostenitore degli effetti terapeutici e di diagnosi dell’ipnosi.

Dopo attente analisi e ricerche Sigmund Freud arrivò alla conclusione che, alla base dei sintomi nevrotici ci fosse un conflitto interiore, dei blocchi tra la sfera cosciente del paziente e l’aspetto inconscio.

Da tale scoperta nacque la psicoanalisi che letteralmente significa studio della mente.

Le teorie di Sigmund Freud non riscossero successo immediato anche a causa della visione “lontana” dalla medicina dell’ epoca, tuttavia nel 1910 fu fondata, a Norimberga, la “Società internazionale di psicoanalisti”.
Nel 1938, in pieno dominio fascista, Sigmund Freud fu costretto ad abbandonare l’ Austria e si trasferì a Londra dove morì per un tumore alla gola.

Le teorie psicoanalitiche di Freud rappresentarono una vera rivoluzione ed ebbero ripercussioni in molti ambiti culturali e sociali , letteratura, filosofia, arte, sociologia ne furono influenzate.

Scrisse numerosi libri come :

  • L’interpretazione dei sogni

  • Telepatia

  • Sessualità e vita amorosa. Ediz. integrale
  • Psicoanalisi dell’isteria e dell’angoscia. Ediz. integrale
  • Psicologia e metapsicologia. Saggi sulla metapsicologia. Introduzione al narcisismo. Al di là del principio del piacere. Progetto di una psicologia. Precisazioni sui due principi dell’accadere psichico.
  • Psicoanalisi dell’arte e della letteratura.

La rivoluzione psicoanalitica di Sigmund Freud

Cinvenzionalmente si colloca l’inizio della rivoluzione freudiana nel  1899 in concomitanza con la pubblicazione di ‘Interpretazione dei sogni . Grazie a questo scritto Freud rende pubblica la nascita di una nuova disciplina: la psicoanalisi

Questa nuova taoria si occupa della mente e di attività di indagine su di essa con l’ intento di curare le nevrosi.

Per poter giungere al risultato si avvale di diverse metodologie tra cui l’interpretazione dei sogni, la libera associazione e l’analisi delle manifestazioni psichiche .

La vera rivoluzione del pensiero dell’ epoca è data dalla nuova concezione di sessualità, espressa in tre punti:

  • la teoria dell’apparato psichico,
  • la teoria degli istinti
  • la teoria della sessualità infantile.

 

 

Apparato psichico

Secondo il modello psichico la mente è suddivisa in inconscio, preconscio e conscio, ma non solo. Distingue tre elementi in base alle finzionalità:

  • Es, che presiede alle pulsioni ed è governato dal principio di piacere;
  • Io, che si sviluppa dall’Es e, potendo distinguere tra sé e mondo esterno, è governato dal principio di realtà;
  • Super-Io, istanza superiore costituita dall’insieme delle norme e dei divieti che ci vengono imposti fin dalla prima infanzia.

Teoria degli istinti

Basata sulla contrapposizione di istinti opposti; Thanatos ( mirato all amorte) ed Eros ( amore , piacere, vita)

A causa di questa contrapposizione la vita diviene un continuo conflitto

Teoria della sessualità infantile

Questa teoria definisce il processo di crescita come un susseguirsi di impulsi al piacere.

 

Freud dunque ha introdotto un certo numero di concetti divenuti centrali nella storia della psichiatria,anche se nel corso del tempo vi sono state evoluzioni ed interpretazioni differenti.

Fonti: biografieonline, sapere.it

351total visits,1visits today

Lascia un commento