I termini che non conoscevo
I termini che non conoscevo

Equinozio

In attesa dell’ imminente inizio della primavera il termine di oggi è : “Equinozio”

Nella rubrica dedicata a ” I termini che non conoscevo” analizziamo oggi la parola “Equinozio”

 

equinozio

[e-qui-nò-zio] n.m.

pl. -zi
(astr.) ciascuno dei due punti in cui il cerchio dell’eclittica interseca l’equatore celeste; anche, ciascuna delle due date dell’anno in cui il Sole passa per questi punti e la durata del dì è, su tutta la Terra, uguale a quella della notte

Fonte: Garzanti

Equinozio deriva dal latino aequinoctium, ovvero “aequa-nox” cioè notte uguale visto che la durata del periodo notturno è pari a quello diurno. Si tratta di quel punto della rivoluzione terrestre (ossia la rotazione della Terra intorno al Sole) in cui la nostra stella si trova allo zenit dell’equatore.

L’equinozio si verifica due volte in un anno ( all’ inizio della prima vera e all’inizio dell’autunno) e per convenzione si collocano il 21 Marzo ed il 23 Settembre ma in realtà la data esatta varia di anno in anno. La data dell’equinozio di primavera può slittare dal 19 al 21 marzo, e questo a causa delle diversa durata di anno solare (la rivoluzione terrestre intorno al sole) e anno del calendario (fatto di 12 mesi e 365 giorni). Anche l’orario preciso cambia

 

Curiosità

Per esempio:

L’equinozio di primavera 2019 è previsto per il 20 marzo alle ore 22:58 italiane,e quest’anno l’equinozio di primavera non ci regala solo il clima più mite e le giornate  più lunghe, ma anche uno spettacolo imperdibile nel cielo, la Superluna del Verme o di Primavera.

Alle ore 02:43 di giovedì 21 marzo splenderà anche la Superluna di Primavera.

In quel preciso momento la luna piena raggiungerà il perigeo, cioè il punto più vicino alla Terra nell’orbita lunare. Risulterà così particolarmente visibile e luminosa, tanto da essere ribattezzata, appunto, una ‘super’ luna.

La differenza si noterà ad occhio nudo, ma il suggerimento – meteo permettendo naturalmente – è di munirsi di un binocolo per apprezzare il fenomeno in tutta la sua bellezza.

 

Con l’arrivo della primavera, le giornate sono destinate ad allungarsi e le ore di luce saranno anche di più grazie al passaggio dall’ora solare a quella legale: nella notte tra il 30 marzo e il 31 marzo, le lancette alle 2:00 andranno spostate un’ora avanti, quindi alle 3:00.

http://scienze.fanpage.it/

Fonte: scienze.funpage e quotidiano.net

 

 

Total Page Visits: 804 - Today Page Visits: 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *