I segreti di Gray Mountain
Autori Celebri,  recensioni

I segreti di Grey Mountain – Jhon Grisham

Ed ecco a voi la prima recensione …………..

TITOLO: ” I segreti di Grey Mountain”

AUTORE: Jhon Grisham

GENERE LETTERARIO: Legal Thriller

CASA EDITRICE: Mondadori

ANNO DI STAMPA : 2014

N° PAGINE: 380

LA STORIA IN BREVE 

Il giovane avvocato Samantha Kofer, a causa della crisi economico/politica del 2008, perde il lavoro presso un importante studio legale di NY.

Le viene però proposto di collaborare gratuitamente con un piccolo studio di assistenza legale a Brady una sperduta cittadina sui monti Appalachi.

Accettato l’incarico, la donna deve affrontare una serie di drastici cambiamenti a livello professionale, ora non ha più a che fare solo con infinite ore di lavoro per ricerche e documenti ma si trova faccia a faccia con i drammi e le sofferenze quotidiane di persone.

Grazie all’amicizia e all’aiuto di due legali, Mattie Wyett e del suo affascinante nipote Donovan Gray , Samantha inizia a comprendere parte dei misteri e degli intrighi legati agli scavi per l’estrazione incontrollata di carbone e delle conseguenza sul territorio e su coloro che vivono in quest’area.

Come sempre però nei romanzi di Grisham l’imprevisto è dietro l’angolo e una tragedia sconvolge il precario equilibrio di questa nuova routine.

Le mia opinione …..

  • Trama: 7. L’idea è buona e le problematiche legate all’estrazione indiscriminata di carbone è trattata in modo efficace. Si ha però l’impressione di leggere una lunghissima premessa, in attesa continua del fulcro della storia che purtroppo non arriva.

 

  • Stile: 8. L’ autore si conferma un abile comunicatore, capace di esprimersi in modo chiaro e diretto. Inserisce nella narrazione particolari e dettagli importanti per comprendere meglio i personaggi e le situazioni pur non dilungandosi eccessivamente. Si esprime sempre in terza persona.

 

  • Giudizio personale: 5. Grisham è uno dei miei autori preferiti, ho sempre amato la sua pragmaticità e la capacità di mixare in modo armonico il mondo legale con il mistero e talvolta un pizzico di romanticismo. Questa opera mi è sembrata stanca, come se fosse stata scritta per noia o per obbligo, manca di dinamismo. Alla protagonista mancano la grinta e la determinazione dei personaggi di altri romanzi dell’autore. Le “scaramucce” legali, tipiche delle precedenti opere qui sono pressoché inesistenti. Il legame tra la protagonista femminile e uno dei personaggi sembra più un ripiego, una relazione di comodo e di facciata, senza sentimento. Anche la decisione finale non ha motivazioni concrete e ben espresse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *