Oggi vorremmo parlarvi di un romanzo autoconclusivo

Ospitiamo nuovamente sul blog Marianna Vidal, per la presentazione del suo ultimo romance

A tal proposito vi consigliamo di leggere i precedenti post a lei dedicati

 

Titolo: La figlia del peccato
Autrice: MARIANNA VIDAL
Editore: SELF (VIDAL ROMANCE)
Genere: storico
Formato: ebook e cartaceo
Prezzo lancio ebook: € 1,99.
Prezzo ebook: 2,99
Data pubblicazione: 06/01/2020
Protagonisti: Vittorio e Margherita
Pagine: 431
Serie: Italia 50
Link di acquisto: https://www.amazon.it/dp/B082V8MNN3/
Pagina autrice: https://www.facebook.com/MariannaVidalAutrice/
Blog autrice

 

card La figlia del peccato
card La figlia del peccato

Sinossi

 

1957
Margherita è per tutti la figlia del peccato.
Concepita fuori dal vincolo matrimoniale, è nata in carcere e a vent’anni,
nonostante la straordinaria bellezza, sa che non potrà mai sposarsi, perché
l’amore è un lusso che non si può permettere.
Vittorio Ranieri di Montebello paga sempre i suoi debiti. Lo sa bene Alberto
Coletti che, dopo averlo messo a capo della sua azienda, spera ora di
assicurare il titolo di marchesa a sua figlia. Un vincolo legato all’eredità
rischia però di mandare a monte i suoi piani, perché l’integerrimo genero
insieme al titolo di marchese ha ereditato Margherita Di Meglio, la figlia
ventenne di un’assassina.
Vittorio e Margherita dovranno lottare con le unghie e con i denti per il loro
amore, sfidando il carcere e le regole bigotte di una società che cambia
rapidamente, ma non al passo dei loro desideri.

 

card La figlia del Peccato
card La figlia del Peccato

 

Biografia autore

Marianna Vidal è una sognatrice, romantica e divoratrice di storie, che scrive da
quando era una ragazzina, e solo dopo molti anni ha trovato il coraggio di mettersi in
gioco con la narrativa.
Quando non scrive si dedica alla sua famiglia, che include un cane e tre gatti. Adora
gli animali domestici e non potrebbe vivere senza di loro.
Vive a Ischia, un’isola nel Golfo di Napoli e a volte la usa come ambientazione per i
suoi romanzi.
Adora il colore rosa, le rose e il mare.
Nell’infanzia si sè cibata di cartoni animati tipo Lady Oscar, Kiss me Licia, Mila e
Shiro, Georgie e Candy Candy. Adora Terence, ma anche Mirko.
Non ha mai smesso di sognare e dai cartoni è passata agli sceneggiati televisivi e ai
film. Ha un debole per le telenovelas che guardava con il suo papà, ma anche per le
storie in costume, a cui deve la sua laurea in storia. Non si è ancora cimentata in un
romanzo d’epoca, ma ci sta pensando seriamente.
Se desiderate conoscerla, cercatela nelle pagine dei suoi libri.
Ha lavorato spesso per il web ed è autrice di saggi e di articoli. L’altra faccia della
luna è il suo nono romanzo, l’ottavo volume della collana Latinos.

 

 

 

Sotto quella divisa scura, dalla taglia un po’ più grande della sua, c’era il corpo di una donna. Si
affrettò a risalire al volto, per non indugiare su quelle forme aggraziate, e si scoprì ancora più in
difficoltà. Aveva il volto di un angelo e lo sguardo del demonio.

«So che tua madre è stata in carcere», la tolse dall’imbarazzo. «E non le importa?». Sembrava
sorpresa, mentre stringeva sul grembo un lembo della sua lunga gonna. «Perché dovrebbe?», le
chiese, con calma. «Le colpe dei padri non ricadono sui figli».

Aveva imparato a conoscere il mondo attraverso le pagine dei libri, ma viverlo dal vivo era ben
diverso.

La verità mio caro è che non è ancora apparsa all’orizzonte una donna capace di mandarti in crisi».
«Non sono un donnaiolo».
«Anche gli uomini di sani principi si innamorano», gli assicurò Valentina, accavallando le gambe e
sorridendogli soddisfatta. «Forse non ti è ancora capitato, ma prima o poi accadrà e sarà allora che
dovrai ripetermi le tue teorie sulla fedeltà».

«Pensi che ci sarà anche lui?».
«Il marchese?», le fece eco, Tina.

«Sì», farfugliò, ma s’incupì alla risposta di Rosa:
«Non credo».
«Con la moglie che si ritrova, dopo la Repubblica, rischia la decapitazione», osservò Alessia.

Total Page Visits: 25 - Today Page Visits: 2
Raffaella Dellea Passione scrittura ,

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *