Mimì Cocò e Bubù

Le avventure … 11° puntata

Le tre giovani si guardano perplesse, trattenendo a stento l’ilarità.

L’uomo termina la sua chiamata e riaggancia.

Sta per iniziare il suo discorso quando la porta si apre nuovamente e Dario fa il suo ingresso.

< Bene, vedo che siete riuscite ad entrare! > saluta allegramente, poi si volta verso i due proprietari e li incalza con fare ironico < Ma cosa avete combinato? Sembrate pronti per un numero da circo!>

GianBartolomeo arrossisce e ridacchia grattandosi il capo mentre Romualdo sbotta irritato

< E tu cosa ci fai qui? Ti ricordo che non sei più un nostro dipendente!>

Il nuovo arrivato scuote la testa calva in segno di disapprovazione e si avvia verso l’uscita ma, dopo solo due passi, sembra ripensarci e si volta verso le ragazze.

< Sono passato solo per un saluto. Prima ho avuto modo di incontrare le signorine qui presenti ma non mi sono nemmeno presentato e, per farmi perdonare, volevo offrire loro un buon caffè!> allunga poi una mano verso la biondina e aggiunge

< Come avete capito io sono Dario. Ho lavorato qui per un po’ ma poi ho cambiato aria, ora faccio il libero professionista. Abito qui accanto e, ogni tanto, venivo a scambiare due parole con Leonica >

< Piacere Colette > risponde educatamente la commessa ricambiando la stretta di mano

< Mhmh, non ho molta memoria per i nomi. Credo che ti chiamerò Cocò> si rivolge poi alla mora, ancor prima che lui possa presentarsi lei sentenzia < Io sono Milena e la ragazza dai capelli rossi e Bruna >.

L’uomo sembra riflettere per un attimo poi, con un grande sorriso, dichiara < Mimì e Bubù! Bene, quanti caffè? Vado al bar a prenderveli.>

Come un cameriere di grande esperienza Dario prende le ordinazioni e si avvia verso l’uscita, quando GianBartolomeo interviene

< Veramente, ne vorrei uno anche io. Se vuoi telo pago >

così dicendo inizia a frugare nelle tasche dei pantaloni in cerca di spiccioli che fatica a trovare.

Il suo socio, spazientito, interviene, prende dal portafoglio una banconota da 10 euro e la porge al suo ex dipendente.

< Lascia stare, ci penso io ma non perdiamo altro tempo. Qui dobbiamo parlare di cose serie!

E’ necessario un meeting per parlare della visita di domani>.

Presi dalla discussione non hanno prestato attenzione al ginnico ospite e vengono sorpresi dal suono del campanellino che decreta la chiusura della porta d’ingresso.

< Forza ragazze, sediamoci a quel tavolo rotondo laggiù e iniziamo a lavorare sul serio!>

Dice Romualdo prima di prendere dallo scaffale dei fogli spiegazzati, pieni di appunti scritti a mano in una calligrafia praticamente incomprensibile.

Nello stesso tempo Dario torna con il vassoio dei caffè. Li lascia sul tavolo, raccomandando a GianBartolomeo di restituire poi vassoio e tazzine al bar.

Poi se ne va salutando con la mano < Ciao a tutti. Benvenute al circo Mimì, Cocò e Bubù! >

Milena, efficientissima, ha già preso carta e penna per prendere appunti, Colette ha acceso il suo tablet e Bruna sta scattando foto dei fogli per poi trascriverne il contenuto e renderli comprensibili.

Romualdo inizia a spiegare la situazione < Domani verrà a trovarci un personaggio molto importante. E’ il genero del cognato del cugino della moglie di un noto personaggio dello spettacolo particolarmente facoltoso. Vorrebbe vedere il negozio perché gli piacerebbe inserire alcuni dei nostri libri più rari in spot televisivi o all’interno di fiction italiane. Dobbiamo fare una bella figura. Cercate di essere tutte presenti e di salvare le apparenze.>

 

NB:

Questo racconto è un’opera di fantasia.
Personaggi , eventi e luoghi citati sono invenzioni dell’autore e hanno lo scopo di conferire veridicità alla narrazione.
Qualsiasi analogia con fatti, luoghi e persone,è assolutamente casuale

Puntata precedente

Puntata Successiva

 

Total Page Visits: 1012 - Today Page Visits: 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *