Le avventure … 13° puntata

Le avventure … 13° puntata

24 Novembre 2017 0 di OurFreeTimeBlogStaff

Milena ripone la cornetta sulla forcella e si rivolge attonita alle colleghe:

<Credo che fosse la commercialista ha detto che ci ha mandato una E-Mail, ma dov’è finito il Signor Pusilli?>

Bruna ribatte:

< Boh, dovremmo chiamarlo ma non abbiamo il suo numero!>

poi lo sguardo le cade su una vecchia rubrica dalla copertina in pelle consumata dal tempo e ordinatamente riposta accanto all’apparecchio telefonico

< Vediamo se lì è indicato >

si avvicina al mobiletto ma, inavvertitamente, inciampa nel tappeto e prende letteralmente il volo ritrovandosi riversa a terra con il naso a due centimetri dalla scarpa di Colette.

Rialzandosi alla velocità della luce, come se avesse una molla sotto le scarpe, la giovane sorride alle sue nuove amiche strillando, ancor prima che loro realizzino l’accaduto e vadano in suo soccorso:

<Tutto ok, tranquille!>

Scoppiano in gruppo in una sonora risata che provoca a Bubù un violento attacco di singhiozzo.

In preda ai singulti la poveretta estrae il portafoglio dalla borsa e, rivolta alle altre due, fingendo indifferenza chiede

< Hic, vado al bar, hic, a prendere dell’acqua, hic. Riporto anche, hic, il vassoio, hic. Voi , HIC , volete qualcosa, hic?>

Cocò e Mimì si limitano a scrollare il capo cercando di trattenere le risate.

Rimaste sole aprono l’agenda in cerca del numero del Pusilli e scorgono un numero indefinibile di numeri trascritti con una calligrafia precisa ed ordinata, probabilmente da Leonica.

< Sarà sotto la P di Pusilli >

Afferma sicura Milena, poi inizia a snocciolare i cognomi scritti

< Pagani, Pisoni, Paglieri, Pirro, Palermo, Pisacane … nulla >

< Prova sotto la lettera G>

Suggerisce Colette

< Galli, Giannini, Gaudenti, Grimaldi, Girasoli, Gatto, Gamberoni, Gastadello … no nemmeno qui!>

Mimì spazientita sospira

< E’ inutile, è come cercare un paco in un agliaio!>

Cocò non riesce a trattenere le risate

< Un cosa? Ahaha >

In quel momento la porta si apre, e le ragazze smettono di ridere vedendo ricomparire il loro datore di lavoro.

< Scusate se ho tardato ma mi ha chiamato la Signora Nevrosi, dicendomi che dovete controllare la posta. Vi ha mandato la bozza di contratto ma dovete inserire dei dati, non ho capito bene, e poi rispedire il documento firmato entro le 12.00. Capisco che questa improvvisata crea destabilimento ma va fatta! >

Milena, sogghignando, cerca di ricomporsi e rivolgendosi a lui esclama < non c’è problema ma per accedere ci servirebbe la password!>

< Aha! Si giusto! Scusi, Cosetta, qual è ?>

Colette si guarda intorno spaesata, poi risponde timidamente

< Mi scusi ma io non posso saperlo, e comunque il mio nome è Colette!>

Nel medesimo istante ricompare Bruna, con una bottiglia d’acqua in mano.

GianBartolomeo la fissa prima di asserire < Bene, signorina Fucsia! Cercavo proprio lei! Potrebbe per favore dare la password alle sue colleghe così potete stampare il vostro contratto? Sapete la signorina Schiavini è una molto precisa, se non le mandate ciò che vuole mi chiamerà un’altra volta!>

Bruna fa un respiro profondo prima di rispondere

< Mi dispiace ma io non conosco la password del PC della libreria, e il mio cognome è Rossi!>

< Va bene, non stia fare questioni di principio. Sono simili! Ma, aspettate un attimo! Io non avevo capito! Vi serve la password di questo computer?> chiede l’uomo con aria innocente.

La pazienza delle ragazze è già stata sottoposta ad una dura prova e , senza rendersene conto, rispondono in coro con un tono scocciato

< SI>

< Potevate dirmelo anche prima no? > risponde il Pusilli.

< La password è … > ma il suo cellulare inizia a squillare e lui risponde prontamente, lasciando il terzetto attonito.

NB:

Questo racconto è un’opera di fantasia.
Personaggi , eventi e luoghi citati sono invenzioni dell’autore e hanno lo scopo di conferire veridicità alla narrazione.
Qualsiasi analogia con fatti, luoghi e persone,è assolutamente casuale

Puntata precedente

Puntata successiva

362total visits,1visits today