Le avventure … 24° Puntata

Mimi Coco Bubu

MARTEDI’ 6 Settembre 2016 (Parte 24)

 

Il giovane indietreggia, con un gesto impacciato, nel tentativo di evitare la collisione con uno spigolo rischiando di pestare un piede a Mimì.

< Attento!> strepita la giovane, spaventata.

< Scusate!> sussurra arrossendo < Non volevo causare danni!> , si abbassa quindi per raccogliere la borsa pilota che si è schiantata al suolo, ma nell’atto di voltarsi assesta una violenta spallata alla povera Bubù!

< Scusa, scusa!>

Le commesse si scambiano uno sguardo d’intesa e si apprestano, saggiamente, ad allontanarsi dal nuovo arrivato.

Dopo una breve pausa carica d’imbarazzo ma necessaria per ristabilire un minimo di ordine all’ interno del negozio, faccia di luna fa un respiro profondo e aggiunge

< Scusate ancora! Io sono Adriano Laudano, assistente del signor Sabbiarielli. Sono venuto per ritirare i tomi da lui acquistati stamane e spero che abbia effettuato una scelta oculata e non alla Lady Gaga come suole fare talvolta!>

Colette inizia a raccogliere i libri caduti e a riporli negli scaffali dando le spalle agli altri per non mostrare le risate a stento trattenute. Bubù , finge di tossire per nascondere l’ironia, ma inizia a singhiozzare senza ritegno quindi si scusa e si avvia verso la toilette. Milena, unica rimasta, deve quindi occuparsi del cliente.

< Vado subito a prenderli, sono nell’ altra stanza. Nel frattempo, se lo desidera può guardarsi un po’ intorno, magari trova qualcosa di suo gradimento!>

< Oh, la ringrazio ma non sono molto avvezzo a quei cosi, sono pesanti e io non sono costante, al massimo potrei usarli per raddrizzare la gamba storta di un tavolino!> poi ride sguaiatamente emettendo strani rumori simili al verso di una foca.

Mimì non può far altro che allontanarsi rapidamente, con il volto congestionato e le lacrime che iniziano a scorrerle sul volto facendo colare il trucco.

GianBartolomeo entra in quell’ istante ed inizia a chiamare a gran voce

< Rossella !> attende un po’ e non udendo risposta riprova < Claudia!> ma anche questa volta non compare nessuno, poi pare accorgersi della presenza di un cliente e si ricompone , almeno in apparenza, toglie il berretto di cotone , cerca di sistemarsi i capelli, che a dire il vero non ne avrebbero bisogno corti e radi come sono, si schiarisce la voce e domanda < E lei chi sarebbe?>.

Colette, terminato il suo lavoro e giunta in soccorso delle colleghe, appare magicamente e, rivolgendosi al Pusilli, cerca di trarlo d’impaccio.

< Buongiorno Signor Pusilli, le presento l’assistente del nostro cliente! E’ passato per ritirare i libri> poi rivolta al più giovane dei due uomini < Se vuole seguirmi nella saletta attigua possiamo metterli direttamente nella cartella!>

< Grazie, gentilissima ma, per l’esattezza non si tratta di una cartella ma di una borsa pilota con ruote! E’comodissima con le ruote!>

< E’ vero!> esclama con l’entusiasmo di un bambino GianBartolomeo < ha le ruote! Le vedi? Sono lì in terra e la maniglia di traino si può nascondere con quella padella! La voglio anche io! Complimenti per la scelta! Ora però devo scappare, scusate ma ho delle persone che mi stanno aspettando in ufficio. Arrivederci!> allunga la mano verso il cliente per salutare , poi ci ripensa, la ritrae e si avvia verso la porta sul retro.

NB:

Questo racconto è un’opera di fantasia.
Personaggi , eventi e luoghi citati sono invenzioni dell’autore e hanno lo scopo di conferire veridicità alla narrazione.
Qualsiasi analogia con fatti, luoghi e persone,è assolutamente casuale

Puntata precedente

Puntata successiva

Lascia un commento