Le avventure … 28° puntata

Mimi Coco Bubu

MERCOLEDI’ 7 Settembre 2016 (Parte 28)

Mimì rientra in negozio con aria affranta, mentre le colleghe le rivolgono uno sguardo speranzoso che si smorza all’ istante vedendo l’espressione dell’amica.

< Allora? > Chiede impaziente Bruna

< Allora, ne so quanto prima! > sbotta esasperata l’altra < Uno dice di cercare un XL, come se fosse la taglia di un abito, e il Pusilli fa Ponzio Pilato dicendo che se ne è sempre occupata Leonica e noi siamo al punto di partenza!>

< Aspetta , aspetta … ripeti cosa ti ha detto di cercare? > chiede incuriosita Colette

< Chi? >

< Ma come chi? Il Parlotroppo, ti ha detto di cercare …?>

< Ah, un XL. Ma cosa sarà mai, un tomo particolarmente voluminoso? Non mi ha nemmeno dato indicazioni su dove trovarlo, ha parlato solo di un prospetto!>

< Mhmhm! Fammi riflettere, un prospetto … Allora forse intendeva un file excel!>

Bubù con rinnovato entusiasmo esclama < Brava ! Sei un genio, io non ci sarei mai arrivata! Facciamo così, voi cercate nel PC mentre io servo la cliente che sta entrando!>

Il “Plin Plin “ della porta a vetri annuncia l’arrivo di una signora  si bassa statura e di corporatura esile , con una bianca chioma un po’ spettinata ed un prendisole ampio color ocra .

< Buongiorno ragazze! Volevo presentarmi; sono Geltrude e mi occupo della portineria del palazzo qui di fronte!>

Bruna la accoglie con un sorriso ricambiando la vigorosa stratta di mano

<  Benvenuta! Piacere mio! Io sono Bruna e le mie colleghe sono Colette e Milena!> sentenzia indicando le altre ragazze con un ampio movimento del braccio.

< Bene bene! Visto che sono qui potresti suggerirmi un romanzo rosa ma non troppo impegnativo? Sai durante i ritagli di tempo mi piace leggere un po’ ma sono sempre così impegnata! Non riesco a ritagliarmi molto spazio per me! > e con un sonoro sbuffo osserva la giovane con aria affaticata ed affranta.

< Certo, prego mi segua,  si accomodi da questa parte!>

Nel frattempo Mimì e Cocò cercano senza successo informazioni sul file per Amilcare mentre prestano attenzione alla conversazione tra Bruna e la portinaia

< Questo l’ho già letto, non questo no perché è troppo sdolcinato, questo è meraviglioso, li ho letti tutti i libri di questo autore … mhmh c’è qualcosa di appena uscito?>

Milena ridacchia, cercando di non farsi notare e dando di gomito a Colette, con le lacrime agli occhi per un attacco di ironia incontrollabile le fa notare < Per fortuna che è molto impegnata e ha poco tempo!> quand’ecco che finalmente la cliente sceglie il tomo e si reca alla cassa per pagare il conto.

Saluta  con calore le tre fanciulle e si dirige verso l’uscita.

Bubù si rivolge speranzosa verso le amiche < Allora , avete trovato qualcosa?>

< Nulla> risponde sconsolata Cocò < Temo che l’unica soluzione sia chiamare Leonica!>

< Non è possibile!> annuncia orgogliosa Geltrude

< Come scusi? > chiede Mimì

< Ho detto che non è possibile! E’ partita per le UAUAI! Non che io stessi origliando, o che mi impicci degli affari altrui sia ben chiaro, ma l’ho sentito dire!>

Detto ciò sia allontana definitivamente dal negozio con aria gongolante!

 

 

 

NB:

Questo racconto è un’opera di fantasia.
Personaggi , eventi e luoghi citati sono invenzioni dell’autore e hanno lo scopo di conferire veridicità alla narrazione.
Qualsiasi analogia con fatti, luoghi e persone,è assolutamente casuale

805total visits,2visits today

Lascia un commento