Le avventure … 32° puntata

Le avventure … 32° puntata

GIOVEDI’ 8 Settembre 2016 (Parte 32)

Bruna scende dall’autobus con aria assonnata e raggiunge Colette che sta aprendo la porta del negozio.

La biondina è decisamente agitata, ha le guance arrossate e cerca di girare la chiave nella toppa con gesti rapidi e scoordinati.

< Buongiorno Colette!>

Presa alla sprovvista Cocò fa un piccolo balzello e lancia un urletto

< Ma sei impazzita? Mi hai fatto prendere un colpo!>

< Scusa cara! Non era mia intenzione spaventarti! Come mai così agitata questa mattina?>

< E … me lo chiedi? Ieri alla fine non ci hanno spiegato nulla! Non mi piacciono le cose improvvisate e mi agito quando non mi sento preparata!> risponde agitata, enfatizzando involontariamente la sua erre alla francese.

< Stai tranquilla! Anche a me non piace fare le cose a caso ma ho l’impressione che, se continueremo a lavorare qui, dovremo abituarci! E’ ancora presto, ti vanno briche e cappuccino? Vado al Bar a prenderle! > risponde Bubù.

Una voce squillante le distoglie dal loro discorso mentre Milena entra trafelata impugnando saldamente il cellulare:

< Si! Ho capito! Sono arrivata al lavoro, ci sentiamo dopo! Si ok! A dopo! Va bene! Uff!>

< Ciao! > la salutano in coro le colleghe < Sto andando al bar! Il solito?>

< Si grazie! Questa mattina ero così di fretta che ho praticamente saltato la colazione e se non mangio come si deve, rischio di svenire!>

Dopo qualche minuto compare Romualdo, saluta con fare sbrigativo chiedendo:

< Ma Torquato non è ancora arrivato?>

Le due giovani si scambiano un’occhiata perplessa

< Chi, scusi?>

< Torquato, mio nipote! Gli avevo detto di aspettarmi qui! >

La porta si apre ed entra un uomo di mezz’età, dal fisico asciutto, barbetta ben tenuta e abbigliamento casual ma curato.

< Buongiorno! > esordisce in tono cordiale.

Romualdo si volta e lo osserva con una strana espressione prima di raggiungerlo ed abbracciarlo con entusiasmo

< Amilcare carissimo! Ben arrivato! Non posso rimanere per tanto, devo andare a visitare una fiera del libro , sai vorrei istruire un po’ mio nipote per lasciargli il mio posta tra un po’ di tempo! Ma ti lascio in buone mani! Tra un po’ arriva GianBartlomeo e qui ti possono seguire le ragazze!  >

< Le ragazze?> chiede dubbioso il nuovo arrivato < Ma Leonica?>

< Ah, è andata in pensione! Pensa ha anche avuto la faccia tosta di partire per un viaggio subito dopo aver finito di lavorare! Ma io dico, sta st… non ha pensato che magari qui potevamo aver bisogno di chiamarla? Io non capisco! >

Il suo interlocutore ha praticamente smesso di ascoltarlo, con la coda dell’occhio avvista una giovane donna in arrivo con il vassoio delle colazioni e le apre galantemente la porta.

< Grazie ! > ribatte lei sorridente.

< Ma si figuri! Io sono Amilcare !>

< Piacere Bruna > risponde prontamente stringendo la mano che l’uomo le porge

Romualdo , che non ama essere ignorato aggiunge prontamente

< E’ una delle nuove ragazze! E loro sono … > dopo una breve pausa di riflessione aggiunge < Carlotta e Mariella!>

NB:

Questo racconto è un’opera di fantasia.
Personaggi , eventi e luoghi citati sono invenzioni dell’autore e hanno lo scopo di conferire veridicità alla narrazione.
Qualsiasi analogia con fatti, luoghi e persone,è assolutamente casuale

621total visits,1visits today