Le avventure … 36° puntata

Mimi Coco Bubu

VENERDI’ 9 Settembre 2016 (Parte 36)

 

< Ragazze! > esordisce di primo mattino Mimì con voce acuta.

Bubù , presa alla sprovvista , sobbalza sul posto urtando il portapenne e facendo ruzzolare il contenitore strabordante sul tappeto, mentre Colette si porta le mani alle orecchie per attutire un po’ il volume, poi in perfetta sincronia rispondono < Buongiorno Milena! >

La morettina non fa caso alle reazioni delle colleghe perché troppo euforica in quel momento e , con aria trionfante inizia a spiegare:

< Ieri sera non riuscivo ad addormentarmi, continuava a frullarmi in testa il discorso che abbiamo fatto dopo pranzo ed ho capito > Bruna , curiosa come sempre , la osserva con aria attenta , in attesa che l’amica prosegua con la frase < Questo posto è carino e con voi mi trovo davvero bene , ma è una soluzione momentanea. Se penso al mio futuro, ai miei sogni, direi che la libreria non ne fa parte. A dirvi la verità leggere non è nemmeno uno dei miei hobby preferiti, quindi , se mi confermeranno il contratto, rimarrò ma nel frattempo cercherò altro e appena possibile troverò il modo di vivere agiatamente senza faticare troppo!>   Colette , ride sotto i baffi ed aggiunge in tono ironico < Si, come no! Dovresti vincere al superenalotto! >

< Buona idea!> risponde decisa l’amica. Bruna , ridendo aggiunge < Non dimenticarti di noi però , scusa,  il montepremi sarà altissimo e anche dividendolo in tre la cifra vinta sarebbe di tutto rispetto.

< Benissimo!> sentenzia quindi convinta Milena, questa mattina è il mio turno per il caffè, mentre sono al bar ne approfitto per prendere le schedine, poi decidiamo due numeri a testa per giocata, se non ricordo male il minimo sono due giocate , e provvediamo!>

La mattinata è piuttosto intensa, ancora nessun segno di presenza dei titolari ma un gruppetto di studenti che anziché andare a scuola hanno deciso di passare la mattina a bighellonare per la città e che , proprio quel giorno, vogliono tormentare con mille domande le malcapitate fanciulle.

Durante la pausa le ragazze prendono un panino al bar e poi si accomodano sui divanetti della zona lettura a scambiare quattro chiacchiere.

Milena è in vena di confidenze e racconta alle due nuove amiche i suoi progetti per il futuro.

< Ragazze, ci ho pensato a lungo e, non so voi, ma io credo che inizierò a spedire nuovi curriculum. Oggi è venerdì e non ci hanno ancora detto nulla, non sappiamo nemmeno se oggi i proprietari si presenteranno al lavoro. Mi sento allo sbando e la lettura non è nemmeno una delle mie passioni. A me piacerebbe viaggiare, godermi la bella vita, avere tempo per me, non mi va di stare richiusa in un negozietto circondata da tomi polverosi con un datore di lavoro che non si ricorda nemmeno il mio nome!>

Colette cerca di alleggerire un po’ l’atmosfera e a metà tra il serio e lo scherzoso propone < Potremmo giocare davvero al Superenalotto! Magari ricaviamo qualche soldino!>

Bubù , confusa e un po’ in imbarazzo dopo dalla sincera confessione di Mimì curiosa nei cassetti della vecchia scrivania , quando all’ improvviso esclama

< Questo è il fato!>

Perplesse le colleghe si voltano verso di lei con sguardo interrogativo e attendano che prosegua il discorso

< Guardate un po’ cos’ho trovato ! > esclama felice saltellando sul posto.

< Cos’è quel sacchettino polveroso? > chiede con aria di disapprovazione Cocò.

 

 

NB:

Questo racconto è un’opera di fantasia.
Personaggi , eventi e luoghi citati sono invenzioni dell’autore e hanno lo scopo di conferire veridicità alla narrazione.
Qualsiasi analogia con fatti, luoghi e persone,è assolutamente casuale

Puntata Precedente

Puntata Successiva

Lascia un commento