Le avventure … 40° puntata

Mimi Coco Bubu

Siamo ormai giunti alla conclusione .

Di seguito l’ultima puntata de “Le avventure di Mimì, Cocò e Bubù “

Venerdì  8 Settembre 2017 (Parte 40)

 

 

La signora Geltrude, appoggiata allo stipite del portone del palazzo osserva assorta la vetrina della libreria. Accanto all’ ingresso vi è il bolide giallo a due ruote che ormai ha imparato a conoscere, la rossa un po’ in carne che ora sfoggia un ciuffo arcobaleno è entrata qualche minuto fa e potrebbe scommettere sul fatto che tra qualche minuto apparirà anche l’abbronzatissima mora, è sempre l’ultima ad arrivare!

< Buongiorno! Cosa sta guardando di così interessante?> la saluta la signora Rosetta con il solito tono un po’ gutturale mentre il suo cagnolino decide di fere una piccola sosta per annusare una foglia caduta sul marciapiede.

< Niente! > risponde pronta la portinaia < Stavo solo pensando! >

Sopraggiunge in quel mentre una bella ragazza, alta slanciata, capelli lisci e scuri, sguardo profondo, trucco perfetto sfumato al punto giusto nelle tonalità bronzo e terra. Indossa Jeans a vita bassa e delle adidas bianche, procede a passo rapido fumando una sigaretta.

Sorride e saluta in modo educato < Ciao Zia ! Tutto bene? > < Si grazie cara!> risponde con malcelato orgoglio Geltrude < Dove vai di bello?> < Al lavoro !> risponde allegra la giovane

< Ho una riunione con Milena, Colette e Bruna tra 15 minuti. Vorrei spiegare loro i nuovi progetti di homemade craft !> così dicendo si avvia a passo deciso verso la libreria , raggiunge la porta automatica che s trova sotto l’insegna luminosa e colorata con il nome dell’attività

“ OurFreeTime “  e non più P & P Library in caratteri eleganti ma antiquati.

L’anziana signora, con una smorfia di disappunto si rivolge alla portinaia e con tono stridulo chiede < Cosa ha detto? > Geltrude non può certo dare a vedere di non aver capito e dare così l’impressione di essere poco informata o peggio ancora di non sapere l’inglese, quindi con un cipiglio da donna sicura di se’ risponde prontamente < Ha detto che ha un incontro importante! Da quando le tre ragazze hanno acquistato la libreria e l’hanno trasformata in un’attività moderna e colorata la mia Dania è stata assunta a tempo pieno ed è il loro braccio destro, si fidano ciecamente di lei perché sanno che è efficiente, attenta, intelligente e …> si concede una piccola pausa per poi aggiungere con tono orgoglioso <e affidabile!>

La signora Rosetta non può che concordare la giovane è sempre stata una brava ragazza, educata, gentile e carina. Approfittando di questo momento di debolezza dell’interlocutrice ne approfitta per fare altre domande e per saziare così la sua curiosità e con finta noncuranza aggiunge, come se stesse riflettendo a voce alta:

< Chissà che che fine hanno fatto il Pusilli e il Parlotroppo dopo aver venduto la libreria!> poi , con la coda dell’ occhio si sofferma ad osservare il sorriso compiaciuto sul volto di Geltrude, la quale , non riuscendo a trattenersi, alza un po’ la voce per darsi un tono prima di fornirle la risposta desiderata < Sai , vero , che le ragazze non sono state le uniche vincitrice quel famoso sabato dello scorso anno. Certo loro hanno centrato il sei e possono passare il loro tempo come meglio credono , una ha comprato una villa ed ha un’enorme pensione per cani, un’altra è diventata scrittrice e di diletta a pubblicare romanzi , l’ultima infine viaggia spesso e si rilassa in posti meravigliosi crogiolandosi al sole. Ma, mi scusi, stavo divagando… Dicevo … anche i due soci hanno vinto perché hanno fatto cinque e con il bottino e ciò che hanno guadagnato dalla vendita della libreria hanno potuto realizzare i loro sogni. GianBartolome è andato a vivere in una baita sperduta anche se dotata di tutte le comodità e non si vede mai, fa praticamente l’eremita, Romualdo invece …> Il piccolo Fuffi inizia ad abbaiare insistentemente e cerca di inseguire un gatto che è apparso dalla parte opposta della carreggiata ma la padrona con incredibile destrezza , strattona leggermente il guinzagli e lo redarguisce < Buono Fuffi, ora andiamo!> poi si volta verso l’ altra donna con aria curiosa < Invece ? > chiede.

< Oh mi scusi, sta suonando il telefono devo rispondere! Arrivederci! > detto ciò si allontana rapidamente lasciando l’anziana a bocca asciutta.

NB:

Questo racconto è un’opera di fantasia.
Personaggi , eventi e luoghi citati sono invenzioni dell’autore e hanno lo scopo di conferire veridicità alla narrazione.
Qualsiasi analogia con fatti, luoghi e persone,è assolutamente casuale

Puntata Precedente

Puntata Successiva

 

NB: Nelle prossime settimane provvederò a rileggere, correggere e migliorare le puntate pubblicate . Inoltre provvederò alla pubblicazione dell’ opera completa sul mio profilo wattpad. 

Lascia un commento