“Le sei del mattino” di Vittorio Sereni

Per l’angolo dedicato alla poesia d’autore oggi vi proponiamo uno scritto di Vittorio Sereni

Vittorio Sereni è un poeta a me particolarmente caro perché ho vissuto per molti anni sul lago maggiore a poca distanza da Luino, sua città natale.

Le sei del mattino

Tutto, si sa, la morte dissigilla.
E infatti, tornavo,
malchiusa era la porta
appena accostato il battente.
E spento infatti ero da poco,
disfatto in poche ore.
Ma quello vidi che certo
non vedono i defunti:
la casa visitata dalla mia fresca morte,
solo un poco smarrita
calda ancora di me che più non ero,
spezzata la sbarra
inane il chiavistello
e grande un’aria e popolosa attorno
a me piccino nella morte,
i corsi l’uno dopo l’altro desti
di Milano dentro tutto quel vento.

 

Vittorio Sereni

 

53total visits,2visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *