Rubrica uscite settimanali
Le uscite della settimana

Libri in Uscita dal 4 al 10 Febbraio 2019

Nella consueta rubrica dedicata ai libri in uscita vi sottoponiamo le nostre proposte di lettura per la settimana appena iniziata

Lunedì 4 Febbraio 2019

  • “Bianco letale” di Robert Galbraith (alias J.K. Rowiling)

 

 

 

 

Quando il giovane Billy, in preda a una grande agitazione, irrompe nella sua agenzia investigativa per denunciare un crimine a cui crede di aver assistito da piccolo, Cormoran Strike rimane profondamente turbato. Anche se Billy ha problemi mentali e fatica a ricordare i particolari concreti, in lui e nel suo racconto c’è qualcosa di sincero. Ma prima che Strike possa interrogarlo più a fondo, Billy si spaventa e fugge via. Cercando di scoprire la verità sulla storia di Billy, Strike e Robin Ellacott – una volta sua assistente, ora sua socia – seguono una pista tortuosa, che si dipana dai sobborghi di Londra alle stanze più recondite e segrete del Parlamento, fino a una suggestiva ma inquietante tenuta di campagna. E se l’indagine si fa sempre più labirintica, la vita di Strike è tutt’altro che semplice: la sua rinnovata fama di investigatore privato gli impedisce di agire nell’ombra come un tempo e il suo rapporto con Robin è più teso che mai. Lei è senza dubbio indispensabile nel lavoro dell’agenzia, ma la loro relazione personale è piena di sottintesi e non detti…

 

 

 

 

Martedì 5 Febbraio 2019

  • “Nightflyers” di George R.R. Martin

 

 

 

 

Quando ormai la terra è sull’orlo del tracollo, l’ultima speranza risiede in una spedizione scientifica la cui missione consiste nell’avvicinare e studiare una misteriosa razza aliena che si spera possa custodire la chiave per la sopravvivenza dell’umanità. L’unico mezzo in grado di affrontare la spedizione è la “Nightflyer”, un’astronave completamente automatizzata, controllata da un solo essere umano, il capitano Royd Eris. L’equipaggio però si ritrova a viaggiare su una nave fantasma perché il capitano non si mostra mai se non attraverso il suo ologramma e comunica solo tramite una voce contraffatta. A rendere la permanenza sulla “Nightflyer” ancora più inquietante, il sensitivo del gruppo inizia a percepire a bordo una presenza oscura, un’entità pericolosa, incorporea, aliena. Il capitano sostiene di non saperne nulla e, quando qualcosa o qualcuno inizia a uccidere i membri dell’equipaggio, sembra non essere in grado o intenzionato a cercare di arrestare questa scia di sangue. L’unica ad avere la possibilità di fermare questa creatura sanguinaria è Melantha Jhirl, un’umana geneticamente modificata, più forte, intelligente e veloce di tutti gli altri membri dell’equipaggio. Ma per farlo, prima deve riuscire a restare viva…

 

 

 

 

 

 

 

 

  • “La sottovita” di Francesco Savio

 

 

In una domenica piovosa di agosto tra le montagne dell’Alto Adige, un uomo viene travolto da una vacca delle Highland. Disteso a terra in attesa di soccorsi, ricorda un giorno di ottobre di qualche mese prima, trascorso tra il desiderio di iniziare a scrivere un saggio sull’opera di uno scrittore norvegese e la ricerca di un equilibrio necessario a sopravvivere fra i ritmi del lavoro quotidiano e il mestiere di padre. Cosa l’aveva spinto a trasferirsi dalla provincia a Milano, quindici anni prima, come un Luciano Bianciardi fuori tempo massimo? Dove lo porterà questa specie di luminosa sottovita? Venditore di elettrodomestici, libraio, incerto ma assiduo lavoratore, il protagonista di questa storia si muove fra occupazioni quotidiane (la piccola e smagliante vita da padre), immaginazioni letterarie, concretezze incuneate fra la morbidezza della provincia e lo scatto nevrotico della città.

 

 

 

 

Mercoledì 6 Febbraio 2019

  • “Vita su un pianeta nervoso” di Matt Haig

 

Vita su un pianeta nervoso di [Haig, Matt]

 

 

Il mondo ci sta confondendo la mente. Aumentano ondate di stress e ansia. Un pianeta frenetico e nervoso sta creando vite frenetiche e nervose. Siamo più connessi, ma ci sentiamo sempre più soli. E siamo spinti ad aver paura di tutto, dalla politica mondiale al nostro indice di massa corporea.

Come possiamo rimanere lucidi su un pianeta che ci rende pazzi? Come restare umani in un mondo tecnologico? Come sentirsi felici se ci spingono a essere ansiosi?

Dopo anni di attacchi di panico e ansia, queste domande diventano questione di vita o di morte per Matt Haig. Che inizia a cercare il legame tra ciò che sente e il mondo intorno a lui. Vita su un pianeta nervoso è uno sguardo personale e vivace su come sentirsi felici, umani e integri nel ventunesimo secolo.

 

 

 

 

 

 

Giovedì 7 Febbraio 2019

  • “Morto che cammina” di Irvine Welsh

 

 

 

 

Mark Renton ha fatto bingo: i deejay della sua agenzia fanno ballare i ragazzi sulle due sponde dell’oceano e un bel po’ di soldi entrano in cassa, ma non riesce a sentirsi davvero appagato di una vita passata fra sale d’attesa e stanze d’albergo. Seduto a bordo di un volo che lo riporta a casa, butta giù un tranquillante dopo l’altro per smaltire i postumi della serata precedente, quando all’improvviso incrocia un paio di occhi impossibili da dimenticare: quelli di Frank Begbie. L’ex psicopatico di Leith ora è un artista famoso e sembra non nutrire più alcun proposito di vendetta per quella brutta storia della truffa sulla vendita dell’eroina. Sono passati tanti anni, ma Renton non si fida, vorrebbe saldare il suo debito e teme che Begbie stia tramando qualcosa… Nel frattempo alle orecchie di Sick Boy e Spud, occupati in nuovi «progetti», giunge voce che i vecchi amici bazzicano di nuovo Edimburgo: prospettiva stuzzicante riunire i soci come ai bei tempi. Ma quando i due si avvicinano all’oscuro mondo del traffico di organi, le cose prendono rapidamente una brutta piega per tutto il gruppo. In balia ognuno delle proprie dipendenze, costretti alla resa dei conti con un passato che non può più aspettare, Renton, Begbie, Sick Boy e Spud saranno travolti da un fiume in piena di assurdi imprevisti. Uno di loro rischia di non vedere l’ultima pagina del romanzo: chi è il morto che cammina?

 

 

 

 

 

 

 

  • “Un maledetto lieto fine” di Bianca Marconero

Un maledetto lieto fine di [Marconero, Bianca]

 

 

 

Agnese ha diciannove anni, è la figlia di un senatore piuttosto influente e ha ricevuto un’educazione rigida. Le piace disegnare ma ha messo i sogni nel cassetto e si è iscritta a Giurisprudenza. Dopo la morte della madre, ha imparato a nascondere a tutti i suoi veri sentimenti ed è diventata la classica ragazza ricca, perfetta, composta e fredda, ma in realtà piena di insicurezze. Quando la sua incapacità di lasciarsi andare allontana il ragazzo di cui è innamorata da anni, Agnese capisce di avere bisogno di aiuto. Vorrebbe qualcuno che le insegni a essere meno impacciata e Brando, il suo fratellastro appena acquisito, sembra proprio la persona giusta. Lui lavora di notte, suona in una band, e cambia ragazza ogni sera. Peccato che il bacio che i due si scambiano per “prova” sia lontano anni luce da un esercizio senza conseguenze. Così le loro lezioni di seduzione ben presto diventano qualcosa di più… Brando saprà insegnare ad Agnese che la lezione più importante di tutte è abbandonarsi alle emozioni?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Venerdì 8 Febbraio 2019

  • “Consapevolezza Felice: Come Riscoprire Il Proprio Potenziale Creativo Senza Giudicare e Criticare Se Stessi”  di Alessandra Profeti

Consapevolezza Felice: Come Riscoprire Il Proprio Potenziale Creativo Senza Giudicare e Criticare Se Stessi di [ALESSANDRA PROFETI]

 

 

E se per la nostra vita esistesse davvero un tracciato chiaro e preciso da seguire, capace di consentirci di raggiungere la vera felicità? E se questo percorso fosse davvero così semplice ed efficace da poterlo condividere sia con i nonni che con i bambini? In questo libro, ti presento un viaggio già sperimentato da grandi e piccoli, che ha consentito a quest’ultimi di giocare, di fermare il tempo e di dare a se stessi la possibilità di ascoltare, così da cogliere in maniera pura ed essenziale la meraviglia e la bellezza che circonda la nostra esistenza. Quello che hai tra le mani è un libro da leggere lentamente perché è un libro da vivere! Il percorso che ti mostrerò al suo interno porta con se qualcosa di speciale: ti consentirà infatti di ritrovare la libertà spontanea del tuo bambino interiore e l’armonia profonda che proviene dall’unità del nostro essere.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 10 Febbraio 2019

  • “Dirty lie: Ogni bugia ha la sua verità” di Sofia Mancini

Dirty lie: Ogni bugia ha la sua verità di [Mancini, Sofia]

 

 

 

 

 

 

La vita di Isobel è stata messa sottosopra. Una verità troppo amara da mandare giù. Una verità che non si sarebbe mai aspettata.
Tutto è stato messo in discussione. Anche il suo amore per Joshua.
Non sa più chi è. Non sa più cosa vuole. Mentre la loro storia d’amore viene storpiata dai media che speculano su ciò che è successo, Isobel, fugge dal mondo e da se stessa.
Non può amare Joshua, rinchiuso in carcere e sotto processo, non può andare a trovarlo e niente riesce farla rinsavire.

 

 

 

 

 

 

Fonte: Amazon

349total visits,2visits today

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *