Recensione "Il randagio"
2021,  giallo,  Libri - segnalazioni e Cover reveal,  Passione scrittura,  recensioni

OurFreeTime recensione “Il randagio” di Alessio Chiadini Beuri

Il fascino della prima metà del XX secolo in USA, il proibizionismo, i boss e…

Oggi vorrei condividere con voi la mia opinione su “Il rabdagio” di Alessio Chiadini Beuri.

Vi ho già parlato di questo autore qualche mese fa, pubblicando la recensione di  127 express ma in questo caso si tratta di un testo di genere completamente differente.

Link per l’acquisto

 

La Storia

La morte di Elizabeth Perkins sembra un caso già risolto: il corpo rinvenuto in casa, nessun segno di rapina, un marito che ha fatto perdere le proprie tracce. Ma c’è qualcosa che non convince Mason Stone, investigatore privato ed ex agente di polizia. Una scatola di fiammiferi, un passato che stenta a emergere e un misterioso spasimante sono solo i capi di una matassa che si ingarbuglia di più ogni volta che la verità sembra avvicinarsi.

Stone sarà costretto a lottare contro un’intera città, contro una New York corrotta dal peccato, dalla fame e dal crimine organizzato, in un vortice di violenza sempre più stretto attorno a lui, come le spire di un serpente.

 

L’opinione di Lella

La storia è interessante e le atmosfere hanno il loro fascino, pare di immergersi in un’atmosfera d’altri tempi, in una pellicola in bianco e nero dove il protagonista è apparentemente una persona normale con mille difficoltà ( un matrimonio fallito alle spalle, difficoltà finanziarie, un’espulsione dal corpo di polizia, una vita dedita solo al lavoro e simili) ma che ha anche una buona parte di invulnerabilità ( a livello fisico ha una resistenza encomiabile). Tutto ruota attorno ad un’indagine e il lettore ha modo di scoprire le regole del gioco e le varie mosse, attraverso gli occhi di un investigatore privato, Mason Stone. Il detective in questione è sagace, sfrontato, arrogante e ha un rapporto  ambiguo con gli ex colleghi poliziotti, assume atteggiamenti distaccati, come se fosse disilluso, senza aspettative e quando descrive la sua città appare freddo e distaccato. A discapito delle apparenze sa essere estremamente generoso, galante e premuroso con le persone, le donne in particolare. Le vicende si dipanano in un crescendo fino a giungere ad un finale molto movimentato e in stile “mission impossible”. Durante la lettura ho riscontrato qualche refuso ma è possibile che la versione inviata ai blog non fosse quella definitiva, in ogni caso nulla che una buona correzione non possa sistemare. Forse per il genere differente, o forse per il differente registro utilizzato ma ho apprezzato maggiormente questo lavoro rispetto al testo letto precedentemente.

 

SCONSIGLIATO: A chi vuole un giallo in tutto per tutto verosimile, a che vede le cose bianche o nere senza sfumature

CONSIGLIATO: A chi ama le atmosfere d’altri tempi, a chi ama fantasia e azione ben combinate, a chi ha un debole per il periodo relativo al proibizionismo americano

 

Lella Dellea

www.ourfreetime.it

Ti invito quindi alla lettura e, come sempre a condividere la tua opinione.

Non esitare a contattarmi, lasciando un commento direttamente qui sul sito o sui nostri canali social:

Oppure scrivi a: ourfreetimeblog@gmail.com

 

 

 

Total Page Visits: 374 - Today Page Visits: 1

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *