Lezioni d'amore Marianna Vidal
recensioni

Recensione di “Lezioni d’amore” di Marianna Vidal

Come ogni giovedì, nella rubrica dedicata alle recensioni,  voglio confrontarmi con voi sull’ultimo libro letto

Il testo di cui parliamo oggi è “Lezioni d’amore” di Marianna Vidal

Vi abbiamo già parlato qualche tempo fa di quest’autrice in occasione dell’ uscita del romance “L’altra faccia della luna”

LA MIA OPINIONE
Ho da poco concluso la lettura di “Lezioni d’amore” di Marianna Vidal e , come ogni giovedì, vorrei condividere con voi le mi impressioni in merito.
Si tratta di un romance moderno, i personaggi sono  ben descritti e le vicende sono realistiche. La trama è ben strutturata, il ritmo è adeguato e non ci sono rallentamenti o accelerazioni improvvise. Ho letteralmente adorato Rafael, non solo perché si chiama come me ovviamente, ma per la sua sensibilità e la semplicità nonostante la professione da lui svolta,l’ambiente circostante e la fama. Un uomo speciale in tutti i sensi, bello sensibile, intelligente ma non perfetto, commette errori, leggerezze, ingenuità ma possiede l’integrità necessaria per accettare le conseguenze delle sue azioni.
Che dire di Jessica, la sua aria fredda e scostante non permette al lettore di provare empatia nei suoi confronti, anche quando, con lo scorrere delle pagine, emergono le motivazioni dei suoi atteggiamenti. Ho iniziato ad “avvicinarmi” a lei nel momento in cui ha avuto la forza di ammettere, in primis con se stessa, l’affinità naturale e palpabile con Rafael.
La lettura è abbastanza scorrevole nonostante qualche refuso e delle espressioni non corrette.
Nel complesso una bella storia, non originalissima nella struttura di base ma con delle “chicche” interessanti.
CONSIGLIATO: A chi cerca il sentimento e non solo la passione. A chi vuole una storia “da ombrellone” che rapisca per qualche ora
SCONSIGLIATO: A chi da più importanza alla forma e si concentra di più su grammatica e sintassi e di meno sulla trama e i personaggi.
NOTA BENE: Il presente volume è già stato pubblicato con il titolo “Hollywood, mi amor!”. Non ci sono grosse variazioni rispetto al precedente e dunque se ne sconsiglia l’acquisto, se si è già in possesso dell’altro.
Diede uno sguardo all’ampia sala circondata da vetri, passando in rassegna la panca olimpica e i pesi lasciati in un angolo, per poi spostarsi alla ruota per gli addominali. Se aveva scelto quel posto, tra molti altri, era proprio per questa peculiarità e ora si apprestava a lasciarla, prima della data prevista. Probabilmente non gli avrebbero restituito quanto pagato in anticipo, ma non gli importava. Se era volato a Los Angeles, era per migliorare, offrendosi la possibilità di recitare in qualcosa che lo stimolava, mettendosi alla prova in ruoli sempre diversi. Immaginava che non sarebbe stato semplice inserirsi in un contesto nuovo, ma Beto si era dimostrato molto meno affermato di quanto millantava e lui non aveva tempo da perdere. Sarebbe tornato al suo mondo e con un pizzico di fortuna sarebbe anche riuscito a trovare qualche telenovela in cui apparire per poche puntate.
Aspetto le vostre opinioni e come sempre sono disponibile per un confronto sull’argomento.
BUONA LETTURA

179total visits,4visits today

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *