Recensione “Mia” di Cristina Rotoloni

mia ebook

Dopo aver letto “Mia” di Cristina Rotoloni vorrei condividere con voi la mia opinione

Ripassiamo insieme la sinossi che vi abbiamo già presentato in occasione del cover reveal

 

Sinossi

David Dragonetti non è affatto un uomo semplice. Non è la sua ricchezza a renderlo particolare, ma i suoi segreti e la sua sete di vendetta. È ossessionato da Sara, una fotografa conosciuta per i corridoi di un ospedale mentre lei inseguiva Fabrizio: un tossicodipendente. Il loro è molto di più di un incontro casuale e il passato che unisce David a Fabrizio trascinerà Sara in una realtà che avrebbe volentieri evitato. David è un demone che vuole farla bruciare nel suo inferno. Perché proprio lei? Le risposte sono nascoste nei suoi segreti. Riuscirà Sara a salvarsi da una vita che non ha scelto e che inesorabilmente la trascinerà verso il baratro e la sua dannazione?

La mia opinione

Un romanzo intenso, ricco di mistero, di dubbi, di domande senza risposta. Da curiosa quale sono mi sarei aspettata qualche indiscrezione in più ma l’autrice ha voluto mantenere il lettore sul file del rasoio. Impossibile non ambire alla lettura del seguito anche se, per quanto mi riguarda, dovrà aspettare un po’.
Un libro davvero ben scritto degno di autori di fama ben maggiore. Complimenti all’autrice.
SCONSIGLIATO A chi vuole avere un quadro completo della situazione, dei personaggi e degli scenari fin da subito o quasi, a chi vuole vedere il puzzle completamente realizzato entro il termine della narrazione
CONSIGLIATO a chi vuole viaggiare con l’immaginazione e cercare di immaginare motivazioni, eventi, intrighi passati. A chi non si ferma all’apparenza ma vuole comprendere le dinamiche fino in fondo, A chi ama il mistero e le complicazioni psicologiche legate alle scelte della vita.

 

E per voi un piccolo estratto:

 

Turbata da quell’uomo così volitivo, si diresse istintivamente alla vetrata che racchiudeva il giardino dove lo aveva incontrato la prima volta.

Si poggiò contro l’infisso di ferro guardando con malinconia lo spazio verde, rimembrando il ballo che avevano fatto insieme.

Perché era così difficile capire quel ragazzo? E perché non riusciva a cancellarlo dalla sua testa o più precisamente dal suo cuore?

 

Voi lo avete letto? Vi è piaciuto?

Lella Dellea

OurFreeTime

91total visits,1visits today

Lascia un commento