Recensione “Mia” di Daniela Ruggero

Cover Mia

Oggi parliamo di un romanzo delicato, dai toni adolescenziali

AUTORE: Daniela Ruggero
EDITING: Tracce di inchiostro
CASA EDITRICE: DARK ZONE EDIZIONI
PROGETTO GRAFICO: Lia WINCHESTER
GENERE: NEW ADULT
NUMERO DI PAGINE: 202
FORMATO: Cartaceo ed Ebook

La mia opinione

Ho da poco terminato la lettura di “Mia” di Daniela Ruggero di cui abbiamo parlato nel nostro post del 24 Aprile 

Mia è un personaggio molto profondo , è giovane e talvolta troppo impulsiva ma allo stesso tempo vera, semplice e fragile. Ho apprezzato molto la descrizione del legame con la madre, la loro complicità e sintonia.
Nei primi capitoli la storia stenta un po’ a decollare , le descrizioni delle emozioni sono discontinue, talvolta con molti particolari talaltra solo accennate per lasciare spazio a dettagli che nel contesto sembrano talvolta eccessivi e superflui. La vicenda si anima verso metà romanzo e da qui in poi assume una nuova forma, come se il testo si fosse evoluto, in sintonia con la crescita della protagonista.
Negli ultimi capitoli credo che l’autrice abbia dato il meglio di se con tatto e delicatezza, ben esprimendo le fragilità di questa giovane donna.
La narrazione è abbastanza fluida e scorrevole.

CONSIGLIATO: A chi ama le storie di crescita personale, di relazioni e sentimenti tra giovani
SCONSIGLIATO: A chi vuole la classica favoletta

«Amore mio.» Mormoro andando in pezzi. Non posso far altro che piegarmi al dolore, lasciare che si nutra di me fino all’ultima goccia. «Amore mio.» Ripeto appoggiando la fronte sul marmo freddo. «Perdonami.» Sussurro.
Non so quanto tempo trascorre, ma non ho la volontà di alzarmi e lasciarlo solo. Riprendo a vivere quando sento la mamma dietro le mie spalle.
«L’amore.» Dice asciugandosi gli occhi. «La maledizione più bella che Dio abbia creato.»

Come d’abitudine vi invito a leggerlo e a condividere con noi le vostre opinioni

Lella Dellea

OurFreeTime

388total visits,4visits today

2 risposte a “Recensione “Mia” di Daniela Ruggero”

  1. La cover è bellissima e già invoglia, la trama invece sembra qualcosa di già letto, ma non mi soffermo mai su questo aspetto perchè poi si sa che ogni libro ha la sua storia. La tua recensione, molto precisa, fa perfettamente capire il libro.
    Me lo segno, chissà… magari un giorno lo leggerò.

Lascia un commento