Recensione "Un amore di detective"
Passione scrittura,  recensioni

Recensione “Un amore di Detective” di Chiara Proietti

Per l’occasione sono ritornata alle origini e vi propongo un testo disponibile su wattpad

Oggi per voi la mia opinione su “Un Amore di Detective” di Chiara Proietti

 

Per chi volesse leggerlo vi lasciamo il link

 

La Mia Opinione

Una storia frizzante, divertente e decisamente piacevole. Come molti racconti pubblicati sulla piattaforma immagino si tratti della prima stesura, non ancora sottoposta a editing e correzioni, nonostante ciò si presenta già in una veste corretta e fluida. Lo stile è semplice e diretto, adatto alla trama, ai personaggi e al tipo di racconto. L’autrice è in grado di raccontare lasciando il giusto spazio ai dubbi, alle ipotesi, all’immaginazione del lettore, non svela troppi dettagli ma lascia intuire che le cose siano più complesse di ciò che sembra. La protagonista femminile, Lara, è giovane , spigliata, decisa a mostrare le sue capacità anche se talvolta si lascia prendere dalle incertezze. Lui è il classico belloccio da libro, affascinante e tatuato, rappresenta l’immaginario di molte lettrici giovani e non ( non il mio, perché preferisco il classico bravo ragazzo rispetto al bad boy,  ma è una questione soggettiva). Unica pecca, secondo il mio modesto parere da lettrice, i capitoli finali sono troppo brevi. La maggior parte degli eventi è narrata in modo equilibrato senza soffermarsi troppo su un argomento o su un altro ma, giunti agli ultimi tre o quattro capitoli sembra che l’autrice abbia fretta di concludere. A mio avviso, con un buon lavoro di revisione ed editing, la storia ha delle potenzialità

CONSIGLIATO: A chi cerca una storia simpatica e fresca, a chi ama i romance moderni, a chi cerca un pizzico di intrigo

SCONSIGLIATO: A chi analizza ambientazioni e dettagli in modo maniacale, a chi cerca il grande classico o a chi ama il genere hot

 

 

 

<< Posso essere servito i devo sentire ancora per molto gli spostamenti della signorina?>>

Domandò un ragazzo dalla voce calda e l’accento americano appena arrivato al chiosco, sedendosi su uno sgabello e dandogli le spalle

Lara rimase per un attimo in silenzio ad osservare quell’uomo spocchioso che la stava facendo innervosire. Indossava dei bermuda blu, una camicia a maniche corte di jeans che faceva risaltare le sue spalle e i suoi bicipiti tatuati; i capelli erano folti e spettinati di color nocciola. Sul polpaccio spiccava un tatuaggio Maori.

Total Page Visits: 483 - Today Page Visits: 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *