I termini che non conoscevo
I termini che non conoscevo

Sinestesia

Il termine sinestesia può indicare uno stato psichico, un disturbo neurologico o una figura retorica.

sinesteṡìa s. f. [dalla voce prec.].

  1. Nel linguaggio medico, termine abitualmente adoperato per designare il fenomeno psichico consistente nell’insorgenza di una sensazione in concomitanza con una percezione di natura sensoriale diversa e, più in particolare, nell’insorgenza di una immagine visiva in seguito a uno stimolo generalmente acustico , ma anche tattile, dolorifico, termico. Tale fenomeno può verificarsi sia in condizioni di normalità, specialmente nei soggetti giovani, sia sotto l’influsso di particolari sostanze tossiche
  2. Disturbo neurologico, dovuto a lesioni cerebrali o delle strutture nervose periferiche, consistente nella percezione di una stimolazione in una zona lontana dal punto ove questa viene esercitata.
  3. Nel linguaggio della stilistica e della semantica, particolare tipo di metafora per cui si uniscono in stretto rapporto due parole che si riferiscono a sfere sensoriali diverse quando l’accostamento non è occasionale ma tende a ripetersi ) può determinarsi un mutamento semantico, può nascere cioè una nuova accezione della parola .

Fonte : Vocabolario Treccani

Esempi:

E del grave occhio glauco entro l’austera
dolcezza si rispecchia ampio e quieto
il divino del pian silenzio verde.
(G. Carducci, Il bove)

 

 

In questo caso viene associato un colore ( verde) , tipico della sfera visiva , al silenzio che è invece relativo alla sfera uditiva

 

 

 

 

 

Baudelaire
sinestesia

 

 

 

Total Page Visits: 676 - Today Page Visits: 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *