Triptofano

I termini che non conoscevo

Riprendiamo la rubrica dedicata ai termini inusuali o poco conosciuti della lingua italiana

 

Ti piacerebbe migliorare il tuo umore?

Il post di oggi ci aiuterà a scoprire un elemento naturale che fa parte della nostra vita quotidiana ma di cui molti di noi non hanno mai sentito parlare, il triptofano

 

triptofano

[tri-pto-fà-no] n.m.

 

amminoacido essenziale del protoplasma cellulare; ha struttura in parte aromatica e undici atomi di carbonio

Etimologia: ← comp. di tript(ico), deriv. di tripsina, e il gr. pháinein ‘apparire’.

 

Il triptofano è coinvolto nella produzione di molte proteine, è il precursore della serotonina, della melatonina, della niacina.

Caratteristiche del triptofano

La sua scoperta risale al 1901.

Il triptofano si trova nelle proteine.

Si presenta come un cristallino solido, dal colore tendente al giallo-verdastro.

Si tratta di una molecola che risente fortemente del calore, difatti viene persa con la cottura prolungata del cibo.

  • Interviene nel naturale processo di sintesi delle proteine, elementi costituenti di organi e tessuti.
  • Sintetizza la vitamina B6, fonte di energia per il corpo ed elemento chiave per la formazione dei globuli rossi.
  • Funge da precursore della vitamina B3 o niacina.
  • Favorisce la produzione di sostanze importanti per il nostro benessere, quali adrenalinadopamina ed endorfine.
  • Modula la sintesi di molti ormoni, come la melatonina, responsabile della qualità del sonno, il cortisolo, l’ormone dello stress, ma anche l’ormone della crescita e la prolattina.
  • Interviene direttamente nella regolazione dell’umore, della percezione del dolore, del sonno, del senso di appetito e degli impulsi.

 

La serotonina

La serotonina è un neurotrasmettitore presente soprattutto nel sistema nervoso centrale e nel tratto gastro-intestinale. Nell’apparato digerente, la serotonina regola la digestione, mentre a livello del sistema nervoso centrale, questo neurotrasmettitore è fondamentale per regolare l’umore, il sonno, l’appetito, l’apprendimento e la memoria.

La serotonina è comunemente nota come ormone del buonumore.

Vi sono poi alcuni alimenti che rappresentano delle vere e proprie fonti di serotonina ( cacao, kiwi, ananas, banane, ciliege , prugne e noci )

La serotonina, chiamata anche ormone della felicità, viene per lo più prodotta dalle cellule enterocromaffini che si trovano nella mucosa gastrica. Per garantire questo equilibrio, bisogna mantenere buoni livelli di triptofano.

Il nostro stile di vita influenza inevitabilmente la buona riuscita di questo processo

 

 

 

Fonti: Vocabolario Garzanti

La mente è meravigliosa

 

Triptofano: quello che c’è da sapere su questo aminoacido essenziale

 

Lascia un commento