Rubrica uscite settimanali
Le uscite della settimana

Uscite dal 3 al 9 settembre 2018

Di seguito le proposte per questa settimana

Martedì 4 Settembre

I colori dell’incendio di Pierre Lemaitre

[amazon_textlink asin=’8804702036′ text=’I colori dell’incendio di Pierre Lemaitre’ template=’ProductGrid’ store=’ourfreetime-21′ marketplace=’IT’ link_id=’6cc3f283-aed8-11e8-82de-5b36d5ebf771′]

il secondo, attesissimo romanzo della trilogia inaugurata con Ci rivediamo lassù

 

TRAMA:

Febbraio 1927. La Parigi che conta assiste ai funerali di Marcel Péricourt. Sua figlia Madeleine deve prendere le redini dell’impero finanziario di cui è l’erede, ma il destino decide diversamente. Suo figlio Paul, un bimbo di sette anni, compie un gesto tragico e inatteso che la porterà sulla strada della rovina personale e sociale. Posta di fronte alle avversità, alla cattiveria degli uomini, alla cupidigia della sua epoca, alla corruzione del suo ambiente, Madeleine dovrà fare ricorso a tutta la sua intelligenza, alle sue energie ma anche a soluzioni machiavelliche per sopravvivere e ricostruire la sua vita. Un compito reso ancora più difficile dalle circostanze in una Francia che osserva impotente i primi colori dell’incendio che ridurrà in cenere l’Europa.

Il sorriso di Jackrabbit di Joe R. Lansdale

[amazon_link asins=’8806235311′ template=’ProductLink’ store=’ourfreetime-21′ marketplace=’IT’ link_id=’11e029e9-aee4-11e8-9c8d-fb1824faea96′]

TRAMA

Nel giorno delle nozze con la sua amata Brett, mentre arrostisce hot dog per gli ospiti, Hap si vede piombare nel giardino di casa due pentecostali da manuale. Il ragazzo, tatuato, indossa un paio di jeans neri e una maglietta con lo slogan: «Bianco è giusto». La donna porta i capelli raccolti in una crocchia così alta da poterci nascondere dentro un frullatore. Sono la madre e il fratello della giovane Jackie Mulhaney, detta Jackrabbit, che da qualche mese sembra scomparsa nel nulla. Nessuno, tanto meno la polizia, vuole cercarla. Gli unici a raccogliere la sfida sono Hap e Leonard, senza immaginare che l’indagine arriverà a condurli nelle stanze segrete di una setta capace di adorare fantomatici uomini lucertola. E di infrangere senza rimorsi il quinto comandamento.

Il taglio di Dio di Jeffery Deaver

 

[amazon_link asins=’8817101745′ template=’ProductCarousel’ store=’ourfreetime-21′ marketplace=’IT’ link_id=’34ef31e5-aed8-11e8-9de6-05dfeed52891′]

 

TRAMA:

E’ da poco cominciato un sabato mattina come tanti quando un brutale omicidio sconvolge il Diamond District di Manhattan. Il cadavere torturato di Jatin Patel, maestro tagliatore di diamanti, giace sul pavimento del suo laboratorio sulla Quarantasettesima, accanto a una coppia di fidanzati, legati e con la gola recisa. I segni inequivocabili di una rapina conclusa in tragedia, penserebbe Amelia Sachs se la lunga collaborazione con il criminologo Lincoln Rhyme non le avesse insegnato a diffidare delle soluzioni troppo ovvie. Perché il killer non ha toccato l’ingente quantitativo di gemme nella cassaforte aperta? Il suo movente è la vendetta oppure la smania di mettere le mani su qualcosa di ancora più prezioso? Ed è davvero lui l’autore del delirante messaggio inviato alla stampa e firmato “il Promittente”? Al primo delitto ne seguono altri, dove sotto i colpi del misterioso assassino cadono di nuovo coppie di giovani innamorati. Lincoln e Amelia si trovano davanti all’operato di un folle? Può essere. Di certo il Promittente mostra una lucidità fuori dal comune nello scegliere il momento migliore per attaccare le sue vittime. L’attimo in cui i futuri sposi acquistano un anello per suggellare la loro unione, prendono accordi con una weeding planner o provano un abito in vista di un giorno indimenticabile che non arriverà mai: è allora che il Promittente emerge dall’ombra e trasforma un istante di gioia in un baratro di orrore. Travolto dal suo delirio di onnipotenza, però, il Promittente ha già commesso un passo falso: si è lasciato alle spalle un testimone, l’unico in grado di aiutare Lincoln e Amelia a mettersi sulle tracce del killer. I due si lanciano dunque in una doppia e serratissima caccia all’uomo. Ma devono agire in fretta, prima che il Promittente torni per rimediare al proprio errore a costo di sprofondare nel caos l’intera città.
Ineguagliabile senso del ritmo, dettagliata ricostruzione del contesto, talento magistrale nello spiazzare il lettore con diversioni e colpi di scena: nel quattordicesimo romanzo della serie di Lincoln Rhyme non manca all’appello nessuno degli ingredienti che hanno reso il prolifico Jeffery Deaver uno degli autori più venduti e amati al mondo.

Peccato mortale di Carlo Lucarelli

[amazon_link asins=’8806237535′ template=’ProductLink’ store=’ourfreetime-21′ marketplace=’IT’ link_id=’540c03e0-aee4-11e8-8083-4dd7ece3f375′]

TRAMA

C’è una macchia nel passato del commissario De Luca, un momento in cui ha venduto l’anima al diavolo e che lo ha reso ricattabile, costringendolo, di lì in poi, a rincorrere sé stesso. Ma cos’è questa macchia? A quando risale? Il periodo tra il 25 luglio e l’8 settembre del 1943 è un periodo strano, allucinato. L’Italia si sveglia una mattina senza più il fascismo e praticamente la mattina dopo con i tedeschi in casa. Proprio in mezzo al caos di quei giorni De Luca, in forza alla squadra Mobile di Parma, deve indagare su un corpo senza testa. Semplice, perché in fondo si tratta di un omicidio – anzi due, visto che quando la testa viene ritrovata non corrisponde al corpo – di quelli da squadra Mobile, da cane da caccia. Complicato, perché la vicenda assume presto risvolti politici che, date le circostanze, diventano molto pericolosi. Comunque sia, il caso – è nella natura di De Luca – va risolto. Sempre. Anche a costo di un piccolo compromesso.

Infomocracy di Malka Older

 

[amazon_link asins=’8893420392′ template=’ProductCarousel’ store=’ourfreetime-21′ marketplace=’IT’ link_id=’794e0bf2-aee2-11e8-86c8-7b59587a836a’]

 

TRAMA

Alla fine del XXI secolo, la terra è abitata ormai da dieci miliardi di persone, e l’introduzione dell’Informazione, un sistema di connessione globale, ha cambiato radicalmente l’assetto politico. Gli stati-nazione non esistono più, sostituiti da micro-comunità, che attraverso il voto in rete danno vita a una Supermaggioranza. Alla vigilia delle elezioni che dovranno stabilire quale sarà la nuova maggioranza che governerà il mondo, tre personaggi si muovono sulla scena planetaria, coinvolti a vario titolo nelle dinamiche politiche. Per Ken, queste elezioni sono la grande occasione di farsi spazio all’interno di Policy1st, il partito idealista al quale appartiene, e riuscire finalmente a raggiungere soldi e potere. Per Domaine, esponente di spicco di un movimento anarchico che si oppone strenuamente all’Informazione, le elezioni rappresentano un momento decisivo della sua battaglia politica, un’opportunità imperdibile di svelare la dimensione silenziosamente totalitaria del sistema, e le menzogne e le ingiustizie che si nascondono dietro la cosiddetta pax democratica. A Mishima, un’agente segreto al servizio dell’Informazione, è stato affidato il compito di tenere la situazione sotto controllo, e di fare in modo che lo sviluppo del più grande esperimento politico di tutti i tempi prosegua senza intoppi. Ma quando sono così tanti quelli che si muovono nell’ombra, le cose si complicano molto. Come sempre, quando «il sistema è perfetto», è la variabile umana che può cambiare tutto.

 

Il grande inverno di Kristin Hannah

 

[amazon_link asins=’8804702028′ template=’ProductGrid’ store=’ourfreetime-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ab41fb05-aee2-11e8-9de4-3b9bceb799aa’]

TRAMA

Quando Ernt Allbright torna dalla guerra del Vietnam è un uomo profondamente instabile. Dopo aver perso l’ennesimo posto di lavoro, prende una decisione impulsiva: trasferirsi con tutta la famiglia nella selvaggia Alaska, l’ultima frontiera americana, e cominciare una nuova vita. Sua figlia Leni, tredici anni, è nel pieno del tumulto adolescenziale: soffre per i continui litigi dei genitori e spera che questo cambiamento porti a tutti un futuro migliore. Mentre Cora, sua moglie, è pronta a fare qualsiasi cosa per l’uomo che ama, anche se questo vuol dire seguirlo in un’avventura sconosciuta. All’inizio l’Alaska sembra la risposta ai loro bisogni: in un remoto paesino, gli All­bright si uniscono a una comunità di uomini e donne estremamente temprati, fieri di essere autosufficienti in un territorio così ostile. Però quando l’inverno avanza e il buio invade ogni cosa, il fragile stato mentale di Ernt peggiora e il delicato equilibrio della famiglia comincia a vacillare. Ora, i tanto temuti pericoli esterni – il ghiaccio, la mancanza di provviste, gli orsi – sembrano nulla in confronto alle minacce che provengono dall’interno del loro nucleo famigliare. Chiusi in un rifugio angusto, ricoperto di neve e immerso in una notte che può durare fino a diciotto ore, Leni e sua madre devono affrontare una cruda verità: sono sole. In quel luogo feroce, ai confini del mondo, non c’è nessuno che possa salvarle. Kristin Hannah ci regala ancora una volta un’epica storia d’amore e sopravvivenza, un ritratto intimo di una famiglia messa a dura prova nel disperato tentativo di salvarsi da se stessa. Scritto con una prosa elegante e avvolgente e animato da personaggi vivissimi che arriviamo a conoscere nel profondo,  Il grande inverno  ci conduce in una terra dove bellezza e pericolo sono una cosa sola, per raccontarci la storia di una madre e una figlia, due eroine indimenticabili in lotta con una natura selvaggia e le paure più grandi dell’animo umano.

Quinto comandamento di Valerio Massimo Manfredi

[amazon_textlink asin=’8804683848′ text=’Quinto comandamento di Valerio Massimo Manfredi’ template=’ProductGrid’ store=’ourfreetime-21′ marketplace=’IT’ link_id=’d298a194-aee2-11e8-a93f-31b353951d9d’]

 

 

TRAMA

In una mattina di febbraio del 2004 un uomo fa irruzione in un ospedale di Imola. Il suo nome è Jean Lautrec. Incurante di sorveglianti e infermieri si precipita nella stanza in cui è sdraiato un uomo sedato e intubato. E un sacerdote, padre Marco Giraldi, che è riuscito a sfuggire ai sicari assoldati dalle multinazionali contro cui si è messo per fermare la distruzione della foresta amazzonica e dei suoi popoli. Ma la sua fuga ha avuto un prezzo. Ora giace nel letto, avvelenato e tenuto in vita dalle macchine. Ha continuato a combattere la causa dei deboli, a dare speranza a chi non ne ha. Jean Lautrec a denti stretti ringhia: “Cosa ti hanno fatto, comandante?”. Padre Marco e Jean si erano conosciuti tanti anni prima, in un altro continente, in un altro tempo. In Congo, proprio mentre il Paese stava per ottenere l’indipendenza dal Belgio. Ma gli eventi erano precipitati. Il discorso di un giovane rivoluzionario, Patrice Lumumba, aveva incendiato gli animi e il Congo aveva preso fuoco. Era scoppiata la guerra civile, gli scontri tra le etnie, la caccia ai colonizzatori. Padre Marco però decide di non scappare. Resterà in Congo a difendere i confratelli innocenti in quel Paese in preda al caos, le vittime di un odio e di una violenza feroce che non risparmia né vecchi, né donne, né bambini. Ma non può riuscirci da solo. Ha bisogno di una squadra, composta da quello che in quel momento può trovare. E sotto le parvenze di professionisti in disarmo, di giovani ansiosi di avventura, di relitti umani, troverà degli eroi

 

Giovedì 6 Settembre

Gli ultimi passi del sindacone di Andrea Vitali

[amazon_textlink asin=’8811601711′ text=’Gli ultimi passi del sindacone di Andrea Vitali’ template=’ProductGrid’ store=’ourfreetime-21′ marketplace=’IT’ link_id=’1ee7d8a7-aee3-11e8-81e9-375cf4807c68′]

 

Attilio Fumagalli è un uomo pingue, anzi di più, soffre di obesità androide, nel senso che il grasso ce l’ha tutto attorno all’addome. Cinquant’anni, sposato con Ubalda Lamerti, senza figli, esercita in proprio la professione di ragioniere. Per vincere quel senso di vuoto che a volte lo aggredisce, più che per uno slancio ideale, si è dato alla politica nelle file della Democrazia Cristiana e sfruttando il giro della propria clientela è riuscito a farsi eleggere sindaco di Bellano. Per tutti, e per ovvie ragioni, lui è il Sindacone. L’attività istituzionale non lo occupa più di tanto. Oltre al disbrigo delle formalità correnti, riunisce la giunta ogni due mesi, due mesi e mezzo. Ultimamente, però, sotto questo aspetto, il Sindacone sembra aver impresso una svolta. Convoca la giunta ogni dieci giorni, a volte anche ogni settimana. Una voce o due all’ordine del giorno, una mezz’oretta di riunione e ciao. Ma oggi, 22 dicembre 1949, ha superato ogni limite: ha indetto una riunione per la sera della Vigilia di Natale. Per discutere di cosa? Di niente. Per scambiare gli auguri. E a più di uno dei consiglieri che si sono visti recapitare a mano la convocazione è saltata la mosca al naso. Per dirla tutta, al geometra Enea Levore è venuto il preciso sospetto che sotto a quella frenesia si nasconda qualcosa. Ma cosa? Basterebbe chiederlo al vicesindaco Veniero Gattei, se quello non tenesse la bocca rigorosamente cucita.

 

Domenica 9 Settembre

Stars. Noi stelle cadenti di Anna Todd

[amazon_link asins=’8820065363′ template=’ProductGrid’ store=’ourfreetime-21′ marketplace=’IT’ link_id=’5e5a1052-aee3-11e8-b35e-6922b2901fc0′]

TRAMA

Karina e Kael. Due anime in cerca di un’orbita. Un incontro destinato a incendiare il cielo. Karina ha vent’anni, ma ha già imparato sulla propria pelle quanto la vita possa essere complicata e le relazioni fragili. Per questo, dopo il divorzio dei genitori e anni di traslochi da una città all’altra per via del lavoro del padre, ora è in cerca con tutte le sue forze di certezze e stabilità. Per ricominciare ha scelto un lavoro tranquillo e un piccolo appartamento, bisognoso di qualche riparazione, come il suo cuore, che da tempo si è decisa a non ascoltare. Un giorno, però, incontra Kael, che l’attira a sé con i suoi modi gentili e rassicuranti. Kael è riservato, paziente e un ottimo ascoltatore. Quando è con lui, i dubbi e le insicurezze di Karina si dissipano e il rumore della sua vita caotica sembra magicamente affievolirsi. Ma Kael non è quello che sembra. C’è qualcosa sotto quella facciata calma e rasserenante, uno spirito ribelle, che non sa stare dentro schemi troppo rigidi. Per Karina, però, è ormai troppo tardi e, nonostante la sua ostinata resistenza, si trova coinvolta in un nuovo vortice, in un nuovo mondo ancora più oscuro del suo, e pieno di passione.

 

Total Page Visits: 1113 - Today Page Visits: 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *