William Blake
Citazioni ed Aforismi

William Blake

Il 28 Novembre 1757 vide la luce William Blake noto poeta inglese

 

 

William Blake è stato un poeta, pittore e incisore inglese. Largamente sottovalutata mentre egli era in vita, oggi l’opera di Blake è considerata estremamente significativa e fonte di ispirazione sia nell’ambito della poesia che in quello delle arti visive

 

Durante la prima infanzia William non frequenta la scuola: è la madre a occuparsi della sua educazione. Il giovane Blake mostra un precoce talento per l’arte che il padre non esita ad incoraggiare. Successivamente frequenta una scuola di disegno ed inizia a lavorare come incisore presso artisti noti all’epoca.

 

Di carattere introverso Blake non va molto d’accordo con i compagni e questo motivo lo porta a passare molto tempo in solitudine, chiuso nell’Abbazia di Westminster, lavorando a schizzi preparatori per illustrazioni destinate a libri d’antiquariato. E’ proprio in questo periodo che nasce in William la grande passione per l’arte medievale.

 

Il 18 agosto 1782, nonostante il parere contrario del padre, William Blake sposa Catherine Boucher, figlia ventenne di un fioraio ambulante. Grazie all’aiuto del marito Catherina impara a scrivere e leggere; non avranno figli ma vivranno un’unione molte felice. Successivamente Catherine aiuterà il marito nelle varie fasi del suo lavoro come editore.

Nel 1783 Blake pubblica il suo primo libro illustrato “Schizzi poetici”. Solo un anno più tardi muore il padre: William Blake diventa editore e commerciante di stampe, ma in breve l’impresa fallisce.

Non ebbe la gioia di un figlio ma ospitò il fratello minore Robert fino alla morte , avvenuta a soli 18 anni.

 

La figura del fratello continua ad ossessionare Blake che si convince che il fratello defunto gli sarebbe apparso per aiutarlo a risolvere i problemi relativi ad una nuova tecnica di stampa.

L’obiettivo di Blake era quello di combinare testi poetici ed illustrazioni sulla medesima lastra, elaborando un nuovo metodo di stampa che rendesse possibile l’operazione.

Blake battezza questa tecnica “stampa miniata” ed il primo esempio è costituito dalla raccolta peotica “Canti dell’innocenza” terminata nel 1789. Nel 1794 pubblica i “Canti dell’esperienza”.

Blake realizza poi una serie di monotipi conosciuti generalmente con il nome di “grandi stampe a colori” per opere di autori importanti come Milton e Shakespeare.

Nel 1803 a causa di una lite con un soldato ubriaco, Blake viene denunciato ed accusato di essere responsabile della lite, ma soprattutto viene accusato di aver pronunciato frasi sediziose contro il re e l’esercito.

Da qui iniziò il suo declino fino a quando nel 1821 inizia a dedicarsi ad un nuovo progetto di stampa innovativa che non riuscirà però a portare a termine.

 

 

Total Page Visits: 944 - Today Page Visits: 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *