Oriana Fallaci

Citazione – Oriana Fallaci

A 91 anni dalla sua nascita ricordiamo una grande giornalista e scrittrice italiana

Uno dei volti femminili più conosciuti e discussi del secolo scorso

La citazione completa è la seguente:

„La Vita non è uno spettacolo muto o in bianco e nero.

È un arcobaleno inesauribile di colori,

un concerto interminabile di rumori,

un caos fantasmagorico di voci e di volti,

di creature le cui azioni si intrecciano o si sovrappongono

per tessere la catena di eventi

che determinano il nostro personale destino.“

Da: Inshalla

 

Questa era la visione della vita di una donna determinata e caparbia, un essere umano non privo di fragilità e contraddizioni, come racconta lei stessa in  molti testi come “Un uomo” o “Lettera a un bambino mai nato”

“Molte donne si chiedono: metter al mondo un figlio, perché?

Perché abbia fame, perché abbia freddo, perché venga tradito ed offeso, perché muoia ammazzato alla guerra o da una malattia?

E negano la speranza che la sua fame sia saziata, che il suo freddo sia scaldato, che la fedeltà e il rispetto gli siano amici, che viva a lungo per tentar di cancellare le malattie e la guerra”

 

Ho recentemente ritrovato questo libro nella mia camera da letto, dietro ad altri tomi letti più di recente e, sfogliandone casualmente le pagine, mi sono imbattuta in queste parole ( pag 415 nel mio testo), e mi sono fermata a riflettere.

Ho amato questo libro anche se lo stile Fallaci mi è sempre sembrato “dettagliato e giornalistico”, in sintonia con la professionista, con la prima donna inviata di guerra in Italia, con la figura precisa, attenta, pragmatica ed energica che in molti ricordano.

Queste parole però ricordano che l’autrice non è solo questo ma è anche Oriana, un’essere umano, fragile e minuto a livello fisico ( sapevate che era alta solo 1 metro e 56 cm?), ricco di fatiche, contraddizioni, rimpianti e dolori. Una figura apparentemente dura e cinica ma capace di osservare la realtà, talvolta, con l’anima pesante e il cuore squarciato dalla sofferenza e dalle brutture viste in tanti anni di viaggi.

Eppure quell’ “arcobaleno” denota speranza, amore per il prossimo, necessità struggente di vedere il bello del nostro destino e di credere nell’amore, nonostante tutto.

 

“Non ha confini il coraggio che nasce dall’amore e per amore si realizza.

Non tiene conto di alcun pericolo, non ascolta nessuna forma di raziocinio.

Pretende di muovere le montagne e spesso le muove”.

 

 

Total Page Visits: 128 - Today Page Visits: 3

Lascia un commento