In modi e mondi diversi

“In modi e mondi diversi” di Matteo Dellomo

Percorsi di vita, diversi ma in qualche modo assimilabili …

Le storie si intrecciano in un magico tessuto di pseudo-realtà

 

Nell’estate del 2017, durante un pomeriggio osservavo i miei figli mentre facevano un
pisolino. Spesso mi capitava, e ancora tutt’oggi, di dover inventare brevi storielle per farli
addormentare, così decisi di scrivere un breve racconto ispirato a loro. Nel giro di pochi
minuti scrissi una novella leggera e spensierata, ma non priva di imprevisti poiché adattata a
fatti reali.
Alcuni giorni dopo, rileggendo il testo più volte, decisi di ampliarlo e di basarmi su
personaggi inventati, ma restando comunque fedele a dinamiche reali; giacché il realismo con
i suoi drammi e le sue gioie, credo non sia altro che un racconto magistrale, che racchiude in
sé un’infinità di Modi & Mondi Diversi!

 

 

A differenza di quanto l’uomo abbia ponderato nei secoli, per gli abitanti di un antica valle, il
Mondo è un luogo interminabile e senza origine, dove ogni singola esistenza è indispensabile
all’evoluzione e al mantenimento dell’universo; anche se spesso, alcune vite impongono il
loro volere nelle vite altrui, influenzando i loro percorsi non sempre in positivo. Come nel
caso di Met, uno dei protagonisti del racconto: Met Sullivan è un ragazzo di città che a suo
malgrado e sin da piccolo, si ritrova a fare i conti con la figura paterna che impone le proprie
direttive. Il testo racconta anche il tragitto che Palanka è indotto a fare per seguire i propri
genitori, costretti a migrare in un mondo diverso da quello natio per sopperire a necessità
basilari.

Ciò nonostante, Palanka riesce ad adattarsi nel nuovo mondo, dove prevalgono la
frenesia e le abitudini digitali. I loro destini finiranno per incrociarsi e unirsi indelebilmente,
al di là di ogni dogmatismo: al centro del loro legame, c’è una figura autoritaria, ossessionata

dal controllo e dal passato, che scatenerà ripercussioni indelebili.

 

 

 

 

Biografia

Mi chiamo Matteo, sono nato a Napoli nell’estate del ’85 e sono cresciuto in un paese in provincia di
Napoli, dove tutt’ora vivo con mia moglie e i nostri bambini.
Sin da piccolo, ho avuto un carattere alquanto introverso, che ritengo ovviamente un limite ma che
ha comunque contribuito all’accrescimento della fantasia e alla passione per i disegni. Ho scritto il
primo racconto all’età di dodici anni, ispirato ad un videogame dell’epoca, trascritto sopra un
quadernino a righe che custodivo gelosamente. Scrivere è impegnativo ma d’altro canto necessario,
poiché mi permette di vivere un’infinità di volte e di farlo come mi pare e piace, senza riflessioni.

Total Page Visits: 152 - Today Page Visits: 1

Lascia un commento