Emozioni gioia

Le emozioni : “Gioia”

Inauguriamo oggi la nostra nuova rubrica dedicata alle emozioni.

Ad aprire le danze “Gioia”

Secondo il vocabolario Treccani la gioia è :

  • Intensa e piacevole emozione che si prova quando un fine, più o meno consapevolmente perseguito, viene raggiunto o un desiderio trova appagamento, e si manifesta di solito nell’aspetto esteriore della persona, talvolta con atti e comportamenti spontanei e liberatori
  • Diletto, letizia, stato di felicità

La definizione che darei personalmente è un mix tra le due.

La gioia per me è un momento di pienezza, di beatitudine, di appagamento ma non è necessariamente legato al raggiungimento di un risultato; potrebbe nascere da una sensazione, un suono, un’immagine, una parola, un incontro, una riflessione …

Gioia, per me, è una goccia di felicità 

In alcuni contesti e in alcune nazioni ( per esempio nei paesi anglosassoni) i termini gioia e felicità sono usati come sinonimi e vengono considerati intercambiabili. I due concetti sono presenti in  molte religioni e filosofie antiche e moderne, a riprova del fatto che si tratta di un’emozione importante, riconosciuta, cercata.

 

 

«Nel senso comune gioia e felicità sono termini intercambiabili, ma secondo gli studiosi la seconda è un “ombrello” sotto cui ci sono altri sentimenti positivi, che dipendono molto dal contesto cultura­le. L’idea di feli­cità di una società individualistica come quella occidentale, per esempio, coinci­de con il raggiungimento dei propri sco­pi e di successi personali; nelle società collettivistiche come quella giapponese, invece, la felicità è più condivisa, legata all’equilibrio delle relazioni, dei legami personali e sociali. Le manifestazioni emotive sono attenuate, perché mostra­re la propria gioia potrebbe far soffrire l’altro».

cit Anna Maria Meneghini

 

Gli studiosi sono concordi nel definire la gioia, un’emo­zione primaria , innata e universale capace di attivare specifiche aree cere­brali correlate al piacere.

La gioia è una delle prime emozioni espresse dai neonati, ed è importante, fin da subito per comunicare.

Barbara Fredrickson, psicologa dell’Università del North Carolina (Usa), in uno studio di qualche anno fa ha teorizzato due scopi essenziali della gioia:

  • riduzione degli effetti dan­nosi delle emozioni negative, per ripren­dersi prima dalle loro conse­guenze
  • allargamento degli orizzonti di pensiero, che aumenta la flessibilità, migliora l’elaborazione delle informazioni, ci rende più creativi

 

Se hai la sensazione di non riuscire a provare gioia e positività, ho una buona notizia per te.

 

La gioia può essere raggiunta, o meglio individuata, anche grazie all’allenamento.

 

Imparare a conoscersi, ad ascoltarsi, individuare le proprie emozioni è il primo passo verso la consapevolezza e la serenità, il secondo passo consiste nel non trattenere questo stati emotivi ma esprimerli liberamente.

Se una situazione, un immagine, una parola, un profumo Ti fanno provare gioia, fosse anche solo per un istante, prendine coscienza, accogli questa risorsa preziosa e sorridi, o fai un lungo respiro profondo per assaporare le meravigliose sensazioni che questa emozione può donarti, rendila tua, assaporala.

La sera prima di addormentarti prova a riassumere brevemente, nella mente o su un diario, la tua giornata e lasciati avvolgere, con calma, da quel senso di pienezza che ti ha pervaso in quel momento, come “pro memoria” di quanto possa essere piacevole e appagante anche qualcosa di apparentemente semplice.

L’importante, anche se può apparire un paradosso, è non esagerare.

Una concezione positiva della vita facilita il funzionamento men­tale, ma l’ottimismo eccessivo può portare ad una visione distorta della realtà e ad accettare sfide eccessive.

La gioia è un’emozione e in quanto tale va individuata, accolta e vissuta; questo è un concetto basilare che vale anche per gli stati d’animo considerati “negativi”. Solo dall’equilibrio delle nostre emozioni emerge la vera essenza dell’esistenza umana e riconoscere se stessi e la realtà che ci circonda ci permetterà si raggiungere non solo la gioia ma anche la felicità.

 

A tal proposito vi consiglio di visualizzare il video in cui Raffaele Morelli presenta il suo libro “La formula della felicità” 

 

Total Page Visits: 247 - Today Page Visits: 3

Lascia un commento