Nel nome del giglio

“Nel nome del Giglio” di Lavinia Fonzi

Firenze e … una storia nella storia!

Scopriamo insieme le atmosfere affascinanti e talvolta cupe degli intrighi nella Firenze del Granducato di Toscana

Il libro di cui vi parliamo oggi è un romanzo storico ambientato in una delle più belle città d’Italia, Firenze

 

Titolo: Nel nome del Giglio
Autrice: Lavinia Fonzi
Genere: romanzo storico
Editore: Bookroad
 
Gli ultimi raggi di sole illuminavano le strade della città e l’azzurro del cielo aveva appena lasciato il posto al rosa del tramonto.
Appoggiata al parapetto del Ponte Vecchio, Bianca osservava i riflessi dorati che increspavano le acque dell’Arno.
Sinossi: 
1798. A Firenze un gruppo di giacobini tenta di rovesciare il Granduca di Toscana. Tra loro c’è Bianca, poetessa ingenua che sogna di trovare l’amore della sua vita. Sedotta e abbandonata dall’affascinante Federico, si imbarca in una pericolosa missione alla volta di Parigi. Durante il viaggio incontra nuovamente il giovane con cui è costretta a collaborare. Le vicende raccontate, oltre a riavvicinare i ragazzi, porteranno all’atto finale: una congiura che mira dritta al centro del potere, Palazzo Pitti.
L’autrice
 Lavinia Fonzi è nata a Roma nel 1995. È cresciuta a Milano, dove ha frequentato il Liceo Classico. Scrive da quando è piccola: ha iniziato con storie e fumetti, poi è passata ai romanzi veri e propri. Appassionata di arte e storia, ama condividere i suoi interessi con il maggior numero possibile di persone. Durante il servizio civile ha avuto modo di portare avanti le sue passioni, realizzando conferenze sulla storia di Milano in un CAM (centro di aggregazione multifunzionale) del capoluogo lombardo.

 

 

“Il cuore le batteva forte: non era mai stata a Parigi, non aveva mai affrontato un viaggio tanto lungo da sola e stava per imbarcarsi in un’impresa dall’esito incerto.
Eppure, mentre chiudeva il baule pieno di vestiti, la fanciulla sentiva che stava facendo la cosa giusta:
stava portando avanti uno dei grandi sogni di suo padre, ma soprattutto, stava combattendo per quello in cui credeva.”
Total Page Visits: 165 - Today Page Visits: 2

Lascia un commento