Vol.1 “Il maestro di Forgia”

E ora, fratelli, lasciate che vi narri di quei tempi,

in cui le nuvole correvano rapide sopra gli aspri calanchi

e di quando Lakon combatté per noi.

 

Link per l’acquisto

La storia in breve

Muareb è pianeta lontano, colonizzato dall’uomo molti anni prima, ed è un luogo ormai devastato da una cruenta guerra intestina. Karan, un vecchio ormai stanco e malato, narra ad un gruppo di giovani incontrati casualmente, gli eventi degli anno precedenti, soffermandosi in particolare sulla sua amicizia con Lakon, un grande quanto misterioso condottiero.

Lakon ha avuto una vita ricca di eventi e di cambiamenti, piombato dal cielo sulle terre della Falange, rischia la vita e viene salvato solo grazie all’intervento di Lakon e poi allontanato e reso schiavo. Anni dopo tona alla falange, ristabilisce il forte legame con l’allora maniscalco e viene eletto  “Mastro di Forgia” prima e cavaliere di zodion poi.

Ma… l’ascesa di Lakon è il primo passo verso un grande conflitto, una sorta di segno premonitore.

L’opinione di Lella

Potrei definire questo testo come un lungo percorso tra le fragilità e la forza umana. Un mix tra un fantasy moderno ed epica antica in cui convivono molti elementi come onore, amicizia, amore ma anche il difficile percorso verso l’accettazione della diversità, il coraggio di sfidare le convenzioni pur sapendo che i gesti portano sempre a delle conseguenze.

La narrazione è molto lunga e dettagliata, molto ricca di dettagli e l’autore si sofferma molto sulle emozioni del protagonista ( e questo come sapete è un aspetto che apprezzo). Dal mio punto di vista le descrizioni meticolose dei contesti geografici ma ancor più dei dettagli tecnici e meccanici sono troppo prolisse e rallentano notevolmente il ritmo di lettura. Non ho competenze in questo ambito e, pur essendo una persona curiosa, ho avuto difficoltà nel non perdere il filo del discorso in alcuni punti.

SCONSIGLIATO: A chi fatica ad affrontare letture troppo lunghe, a chi cerca un racconto leggero e fantasioso senza doversi “concentrare” eccessivamente sui dettagli

CONSIGLIATO: A chi si affeziona ai personaggi e alle vicende che li coinvolgono, a chi non vorrebbe “abbandonarli” per lungo tempo. A chi cerca un fantasy di tipo diverso, molto tecnico ma anche valoriale.

 

Lella Dellea

www.ourfreetime.it

Ti invito quindi alla lettura e, come sempre a condividere la tua opinione.

Non esitare a contattarmi, lasciando un commento direttamente qui sul sito o sui nostri canali social:

Oppure scrivi a: ourfreetimeblog@gmail.com

 

 

 

 

Total Page Visits: 429 - Today Page Visits: 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *