Recensione vernissage
2021,  giallo,  Libri - segnalazioni e Cover reveal,  Passione scrittura,  recensioni,  thriller

OurFreeTime recensione “Vernissage” di Maria Cristina Buoso

Un thriller avvincente tra tele e colori

La recensione di oggi si basa sulla lettura di  “Vernissage” di Maria Cristina Buoso di cui vi abbiamo parlato qualche mese fa

 

Link per l’acquisto

 

L’opinione di Lella

Un romanzo complesso, con diversi personaggi e molte tematiche che si intrecciano. Tre artisti, tre pittori per l’esattezza, un gallerista d’arte, un’agente di polizia alle prese con un ambiente maschilista e discriminatorio e delle scomparse misteriose. Una trama impegnativa ma ben organizzata, una fitta rete di eventi, sensazioni, sospetti e indagini dove creatività e sensualità sono le due linee portanti. Spesso, quando leggo un testo, tendo ad immedesimarmi con uno dei personaggi, non necessariamente il protagonista. In questo caso la figura attraverso cui ho “vissuto” la vicenda è quella di Ginevra (Ginny per gli amici), il giovane ispettore capo che si occupa del caso. Ho apprezzato molto l’attenzione sulla storia pregressa, la capacità dell’autrice di raccontare il passato senza giudizi apparenti ma facendo si che il lettore traesse le sue conclusioni, immaginasse le sensazioni, le paure, le reazioni dei personaggi. Molto spazio viene dato alla figura di Livia Mexico, artista intrigante, misteriosa, affascinante e al tempo stesso inquietante, un personaggio ambiguo, capace di attrarre l’attenzione di uomini e donne. Svolgono un ruolo portante anche altri due artisti: Eva, pittrice in crescita, ancora alla ricerca del suo stile e Leo, maturo e attraente, pieno di vita seppur egocentrico, arrogante e puntiglioso. Lo stile è abbastanza buono, la lettura fluida ad esclusione di alcuni punti dove, a mio avviso, le scene risultavano un po’ ripetitive ( ma potrebbe essere anche una scelta per sottolineare che alcuni gesti facevano parte di una certa ritualità). Nel complesso un intrigo interessante con un finale non scontato.

 

SCONSIGLIATO: A chi ama i thriller sanguinosi con scene cruente, a chi ha il giudizio facile.

CONSIGLIATO: A chi ama i misteri a sfondo psicologico, a chi cerca di comprendere non solo chi sia il colpevole ma anche cos alo ha indotto a comportarsi in un certo modo

 

Lella Dellea

www.ourfreetime.it

Ti invito quindi alla lettura e, come sempre a condividere la tua opinione.

Non esitare a contattarmi, lasciando un commento direttamente qui sul sito o sui nostri canali social:

Oppure scrivi a: ourfreetimeblog@gmail.com

 

 

 

Total Page Visits: 703 - Today Page Visits: 1

2 commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *