OurFreeTime “Tutto il gelo che vuoi ” Adriana Fabozzi

Tutto il gelo che vuoi

Due donne, due vite, o stesso senso di insoddisfazione

Riusciranno a trovare una soluzione o almeno un modo per sopravvivere?

 

“Tutto il gelo che vuoi”

Autore : Adriana Fabozzi

Editore : Independently published (9 marzo 2021)

Lingua : Italiano

Copertina flessibile : 248 pagine

ISBN-13 : 979-8711450139

Peso articolo : 435 g

Dimensioni : 15.24 x 1.57 x 22.86 cm

 

 

La Storia

Elisa e Patty sono due donne molto diverse, ma ciò che le accomuna è l’insoddisfazione per la propria vita, fata di mille problemi e difficoltà.

Elisa ha un marito che è stato colpito da un ictus, che ormai stenta perfino a riconoscerla, mentre Patty si sente frustrata e ingabbiata tra le mura di casa, nel suo ruolo di casalinga, madre di cinque figlie moglie di un uomo maschilista e superficiale.

Decidono, allora, di trovare insieme una via di fuga e qualche momento di felicità, entrando nel grande mondo dei social, attraverso l’iscrizione ad un gruppo presente su Facebook, il “Trauma group”, i cui membri sono tutti ugualmente vittime di un trauma o di un disagio.

L’entusiasmo presto le travolgerà, e sarà proprio l’ingresso in tale gruppo a dare una svolta alla loro esistenza.

 

 

Biografia Autrice

Adriana Fabozzi è nata a Caserta sotto il segno zodiacale dei Gemelli. Vive ad Aversa ed è laureata in Giurisprudenza. Madre di tre figlie, dedica la sua vita alla famiglia e alla grande passione per la scrittura. È già autrice del libro Meraviglioso, pubblicato nel 2017, e di Sigari Cubani, pubblicato nel 2019

 

«Anch’io ho sempre pensato a mio marito, ai miei figli e alla casa, ma adesso sono stufa.

Neanche mi apprezzano.

Vito pensa solo alle partite di calcio, a bere, a mangiare e a palparmi il culo quando vuole fare sesso. 

Non gli piace nient’altro.

Né cinema, né teatro, né un ristorante.

Mette sempre in mezzo la scusa dei soldi.

Io, invece, ho tanta voglia di divertirmi, Elisa.

Qui si muore, cara mia, e io, sinceramente, questa vita me la voglio godere, perché, così com’è, fa letteralmente schifo».

Total Page Visits: 479 - Today Page Visits: 4

Lascia un commento