Recensione Tutto per la Fama di Elisa Mura

Recensione Elisa Mura

Un vero spasso!

 

Prima di raccontarvi la mia opinione attraverso Curiosità, emozioni e autodisciplina come d’abitudine vi ricordo la trama

 

La Storia – “Tutto per la fama”

Quanto può essere vincolante un giuramento strappato a una ragazzina?
Cora e Julius sono due fratelli adottivi, hanno trascorso la vita fianco a fianco. Lei però si ritrova con in mano una promessa complicata da mantenere: occuparsi di lui. Un onere non da poco, considerando che Julius è cresciuto sia in età che in egoismo. Cora si sente costretta ad assecondare ogni suo capriccio e vede sfumare la relazione con l’affascinante Rufus, a causa di un grosso malinteso e un giro di omissioni da entrambe le parti.
Rufus però non è intenzionato ad arrendersi e tenterà in ogni modo di riconquistarla.

 

 

Curiosità

Certamente durante la lettura mi sono posta molte domande, alcune serie altre meno in linea con il tonico fresco, ironico e dissacrante del racconto.

Per esempio:

Come mai Cora non ha fiducia nelle sue capacità?

Come sono nati alcuni personaggi decisamente sui generis come Clovis?

Cosa ha colpito davvero Rufus?

Ma soprattutto: Come è venuto in mente all’autrice di chiamare un personaggio “Zia Vongola”?

 

Emozioni

Anche se in tono simpatico la trama ha una sua profondità. Molte le emozioni che si vivono durante la narrazione, paura, rabbia, tristezza, gioia e un pizzico di disgusto per la famiglia Faggi. Una storia in cui ci si può tuffare senza troppo impegno o timore.

 

Autodisciplina

Lo stile è piacevole e scorrevole quindi le 8 ore circa dedicate alla lettura sono volate.

 

CONSIGLIATO: A chi cerca un pizzico di ironia, a chi ama leggere sorridendo, a chi vuole una storia con personaggi realistici e imperfetti

SCONSIGLIATO: A chi vuole tutto perfetto, a chi non crede che persone molto diverse possano attrarsi o volersi bene, a chi cerca la favola rosa a cuoricini

Total Page Visits: 802 - Today Page Visits: 4

Lascia un commento