Olga Fiorini

O divento Olga Fiorini o niente. Una vita, una storia, un’avventura unica.

Olga Fiorini non è stata solo una donna di successo, ma anche un marchio stampato su oltre mezzo secolo di storia italiana che passa attraverso la moda e il grande sviluppo imprenditoriale del secondo dopoguerra.

O divento Olga Fiorini o niente.

Questo è stato il suo grido di battaglia fin dall’inizio. Spinta da un desiderio di riscatto
verso la guerra, la miseria, le privazioni, Olga ha visto nel lavoro l’unica forma di
emancipazione possibile per una donna povera della sua epoca destinata a coltivare i campi e al focolare domestico.

Olga Fiorini, la sarta di Dio. Conversazioni a margine della vita.

Quella di Olga Fiorini è stata un’incredibile avventura creativa e culturale che ha coinvolto i
grandi personaggi del suo tempo.
Olga Fiorini ha scelto, con questo libro, di raccontarsi a 95 anni, sottovoce. Lo ha fatto a
margine della sua esistenza piena e produttiva, attenta ai bisbigli dei ricordi, all’ombra di
quella fede in se stessa e nello spirito divino che sempre ha guidato, in maniera talvolta
sorprendente, la sua vita.
Ad accogliere le sue visioni e confidenze per restituirle ai lettori, Elena Cartotto, autrice
radiotelevisiva e web writer, appassionata di storie straordinarie, sensibile alle suggestioni
del mistero e della creatività.
Olga Fiorini è, purtroppo, deceduta appena terminato il libro. Ciò rende questa
testimonianza un unicum, specialmente per i giovani che ancora oggi affollano le scuole
dell’immensa galassia di Acof, l’impero formativo di Olga Fiorini, sua creatura ed eredità
per tutti.

Scheda Libro

Titolo: Olga Fiorini, la sarta di Dio. Conversazioni a margine della vita.
Autore: Elena Cartotto – Olga Fiorini
Genere: Intervista – Dialogo con elementi autobiografici e di saggistica
Collana: Di Pari Passo.
Numero pagine: 160
Formati disponibili: Ebook e Cartaceo

Editore: Blitos Edizioni
Pubblicazione: dicembre 2022

Olga Fiorini

Sarta, stilista e imprenditrice, nasce il 13 gennaio del 1927 a Sorgà (Verona). Si forma a Bologna e si perfeziona professionalmente nella Svizzera tedesca. Rientrata in Italia nel 1956 dà inizio ad un’avventura imprenditoriale nel campo della moda e della cultura che non si interromperà mai più.
Partendo dai corsi di taglio e cucito che riscuotono un sempre maggiore successo, Olga arriva a fondare una vera e propria scuola. Riconosciuta dal Ministero sarà la prima pietra dell’universo ACOF, l’Associazione
culturale Olga Fiorini che nascerà nel 1996.

Oggi ACOF, diretta da Mauro e Cinzia Ghisellini, nipoti di Olga, gestisce quindici strutture, conta circa 3500
studenti e quasi 700 persone tra dipendenti e collaboratori.

Ad Acof appartengono sei scuole superiori raggruppate negli Istituti Olga Fiorini e Marco Pantani, il tragitto interculturale dai 3 ai 18 anni di The International Academy, l’istituto comprensivo Maria Montessori di Castellanza, tutto il complesso dei centri di formazione professionale di ITS e IFTS per le specializzazioni post diploma e i relativi inserimenti lavorativi, nonché la prestigiosa SPIC, scuola di specializzazione in psicoterapia.

In più è pienamente attiva la partecipazione di Acof allo IUAD, l’Accademia della Moda di Milano.
Olga Fiorini ha ricevuto numerosi riconoscimenti nel corso dei suoi 60 anni e oltre di carriera.

Regione Lombardia nel 2000 le ha attribuito la Rosa Camuna. Giorgio Napolitano, allora Presidente della Repubblica, l’ha insignita del titolo di Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana nel 2009. Anche il Comune di Busto Arsizio le ha attribuito la civica benemerenza nel giugno del 2017, dopo che già nel 2015 era nato un premio a lei intitolato per riconoscere le eccellenze educative del territorio.

Gli sforzi compiuti da Olga Fiorini per allestire progetti sempre visionari e innovativi hanno ricevuto gli elogi da tantissime firme di spicco del mondo della moda, stilisti che hanno ritrovato nell’opera quotidiana portata avanti da questa sarta d’Italia le radici più vere del Made in Italy.

Olga Fiorini si è spenta nella sua Busto Arsizio il 12 aprile 2022.

Chi è Elena Cartotto ?

Nasce a Milano il 1° novembre 1973. Autrice radiotelevisiva (Rai, Mediaset) ha collaborato a trasmissioni di successo come Voyager – ai confini della conoscenza, Voyager – Italia Straordinaria e Freedom – oltre il
confine.

Appassionata web writer scrive per gliamantideilibri.it e astrologiainlinea.it occupandosi di libri, divulgazione culturale, psicologia e linguaggi simbolici.

Coordinatrice editoriale di una piccola casa editrice, LBE, è laureata in filosofia e ha collaborato alla cattedra di Storia della Filosofia Medioevale dell’Università degli Studi di Milano.

Nel 2006 è coautrice con Umberto Eco e altri studiosi della pubblicazione “La metafora nel Medioevo” che vince il premio Editoria Italia Medioevale.

Al suo attivo ha due libri: “Spiritualità e psicoanalisi” edito da Studio Brianza (2010) e “Io resto a casa – come eravamo e come stiamo cambiando” scritto a quattro mani col giornalista parlamentare Francesco Maria Provenzano per Pellegrini Editore (2020).

Citato in trasmissioni televisive come “Otto e mezzo” su LA7 e oggetto di diverse presentazioni online nel periodo del lockdown, il testo è stato definito uno dei primi significativi contributi editoriali ai tempi del
coronavirus.

La sua pagina Facebook, un divertissement tra letteratura e astrologia, si chiama Astrotrend d’Autore.

Ringrazio Blitos Editore per la richiesta e il materiale fornito

Total Page Visits: 561 - Today Page Visits: 1
Articolo creato 728

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto