Karen Blixen
Citazioni ed Aforismi,  Passione scrittura

Citazione – Karen Blixen

Karen Blixen, la libertà e la ricerca della felicità in Africa e non solo

Una donna indipendente capace di raccontare emozioni

Qualche giorno fa ho iniziato a lavorare sui post del mese di settembre. Nel “calendario” che avevo preparato avevo ipotizzato di pubblicare una citazione ogni lunedì. Come faccio spesso, in cerca di ispirazione, ho controllato le date e mi sono chiesta se potessi partire da un personaggio noto scomparso o venuto al mondo in quel giorno. Lo ammetto, prima controllo i nati e solo in un secondo tempo, se non ho trovato nulla che mi convincesse, passo agli anniversari di morte.
In ogni caso, effettuando questa piccola ricerca per la data odierna, 7 Settembre, mi sono imbattuta in una donna singolare: Karen Blixen

Affascinata dal suo libro “La mia Africa” ho approfondito il tema e mi sono informata sulla sua figura e la sua biografia.

Una donna determinata a perseguire il suo destino e desiderosa di raggiungere la felicità.

L’autrice di origini danesi dimostrò fin dalla tenera età una buona predisposizione all’avventura, ai viaggi e all’immaginazione. Particolarmente affezionata al padre, che morì suicida quando la figlia aveva solo dieci anni, si dedicò agli studi e al suo amore per la letteratura grazie all’appoggio materno, pur avendo nei confronti della genitrice un rapporto contraddittorio; la giovane era piena di vita, di obiettivi, anelava la libertà mentre la madre era più morigerata, pacata, concreta.

Pubblicò la sua prima opera letterario nel 1907 ma senza riscuotere grande successo. Dopo il matrimonio con il cugino Bror Blixen si trasferì in Africa per gestire una piantagione di caffè nei pressi di Nairobi.

Mi rendo conto di quanto sia stata fortunata

nell’avere potuto condurre una vita libera e a misura d’uomo

in una terra piena di pace,

dopo avere conosciuto il frastuono e le preoccupazione del mondo.

 

In Africa non solo contrasse dal marito una malattia venerea e assistette al crollo del suo matrimonio ma  incontrò anche l’amore della sua vita Denis Finch-Hatton, letterato, colto e amante della musica e dei Safari.

Nel 1931, la vita dell’autrice subì una svolta radicale, Denis morì, la piantagione fallì e Karen rientrò in patria. Dal quel momento la sua esistenza fu completamente dedicata alla scrittura.

 

Osservò le stelle che erano lassù e pensò di essere stato condotto a percorrere strane vie. – Le ali che ho guardato e desiderato tutta la vita, -si disse- mi sono state finalmente accordate, perché io le possa ripiegare! Grazie a coloro nelle cui mani sono stato e sono

K. Blixen, Tempeste,in Capricci del destino, Milano, Feltrinelli 2009, pag. 70

 

Lella Dellea

OurFreeTimeBlog

Total Page Visits: 322 - Today Page Visits: 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *