Rece Una nuova vita
Passione scrittura,  recensioni

OurFreeTime Recensione “Una nuova vita” di Danio Mariani

Una nuova recensione di Lella Dellea

Questa settimana parliamo di un giallo

 

 

La mia opinione

Un giallo intrigante e non convenzionale. Una narrazione fluida e coinvolgente, alla “Montalbano”, dove il protagonista, un ex maresciallo dei carabinieri, dopo un primo momento di smarrimento, decide di aiutare un vecchio amico contravvenendo ai principi di una vita intera e alla paura di non essere all’altezza della situazione. Non mancano i colpi di scena, i dubbi, gli indizi, e Antonio riuscirà a dipanare la matassa e trovare la forza di intraprendere una nuova vita anche se pagherà un prezzo molto alto.

I personaggi sono ben caratterizzati, le ambientazioni curate e spesso vi sono dei dettagli interessanti che permettono al lettore di immedesimarsi in stati d’animo e situazioni. A tratti la storia è però poco verosimile, eccessivamente romanzata e troppo “semplicistica” a mio avviso anche se, devo ammetterlo, il bello della scrittura è anche questo: creare un Mondo diverso, in base a ciò che immagina l’autore e non necessariamente totalmente realistico.

 

SCONSIGLIATO: A chi cerca indagini dettagliate con termini e dettagli approfonditi, a chi cerca la storia d’amore, a chi non crede nella possibilità di cambiare e ritrovarsi

CONSIGLIATO: A chi ama i misteri e gli intrighi risolti con arguzia, a chi prova simpatia per esponenti o ex esponenti delle forze dell’ordine che mostrano anche il loro lato umano.

Lella Dellea

OurFreeTime

Egregio maresciallo Molinaro,
Solo qualche tempo fa, quasi per caso, venni a conoscenza del terribile incidente di cui siete stato vittima. Ignoravo inoltre che, a seguito di questo, abbiate preso la decisione di ritirarvi a vita privata, anche se vi posso comprendere. Come spero possiate ricordare, ci conoscemmo durante un’indagine congiunta su alcune cosche che operavano tra la mia amata Sicilia e la Lombardia, dove voi avete sempre operato.
E fu proprio grazie alla vostra sagacia e al vostro acume che, dopo mesi di indagini, riuscimmo a sgominarle quasi del tutto. Conservo un gradevolissimo ricordo della vostra persona e ora, a distanza di anni e in occasione della bella stagione, sarebbe per me un vero piacere avervi come ospite nella mia modesta dimora di Monreale.
Naturalmente, se nel frattempo avete preso altri impegni non mi offenderò di certo, ma sarei davvero onorato di passare qualche giorno in vostra compagnia. Per ciò che riguarda la durata, non dovete preoccuparvi: con una pacca sulla spalla, lo stato ha deciso di mandarmi in pensione, per cui potrete restare quanto vorrete.

Total Page Visits: 147 - Today Page Visits: 3

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *